Archivi categoria: In primo piano

Timeline Originale dell’anime Pokémon

Timeline Originale dell’anime Pokémon

Satoshipedia si basa solo ed unicamente su ciò che è dimostrato nelle serie che costituiscono la timeline originale dell’anime Pokémon. Tutte le altre serie, con relativi film, sono timeline alternative.

→ Cos’è la timeline originale dell’anime Pokémon?

“Timeline originale” NON significa “le altre non sono Pokémon” o “le altre fanno schifo”. Con timeline originale intendiamo la linea temporale che ha progredito Ash Ketchum a partire dalla prima serie,  oggettivando crescita e maturazione del personaggio.

La timeline originale è stata interrotta per la prima volta nel 2010, alla fine della serie Diamante&Perla. Infatti, la suddetta serie si conclude con Ash che si allontana di spalle, senza menzionare alcun riferimento alla successiva serie Nero&Bianco.

La timeline originale sembra riprendere nel 2013 con la serie XY, in cui Ash dimostra una progressione fisica e psicologica con la serie Diamante&Perla. Non a caso, le serie XY/XYZ non menzionano in alcun modo né le vicende di Nero&Bianco (nonostante la presenza di Alexia, che infatti non viene mai spiegata nel corso di XY), nè le vicende della successiva serie Sole&Luna.

Esattamente come Diamante&Perla, anche XYZ si conclude con Ash che si allontana di spalle. Infatti, la timeline originale si interrompe di nuovo nel 2016, ma nonostante il cambio generazionale del 2019 non è ancora ripartita.

Un altro fattore che dimostra la discontinuità tra Nero&Bianco e XY è la stessa linea temporale: la serie Nero&Bianco si conclude a inizio autunno (Episodio: Io e Butterfree), mentre invece la serie XY inizia in primavera inoltrata.

Serie che costituiscono la timeline originale

Pokémon

Titolo originale: “Pocket Monsters”

Stagioni in italiano: “Pokémon” ; “Pokémon Oltre i Cieli dell’Avventura” ; “Always Pokémon” ; “Pokémon Johto Champions League” ; “Pokémon The Master Quest”

Regioni: Kanto ; Isole Orange ; Johto

Età di Ash: Da quasi 11 anni a quasi 13

Pokémon Advanced

Titolo originale: “Pocket Monsters Advanced Generation”

Stagioni in italiano: “Pokémon Advanced” ; “Pokémon Advanced Challenge” ;  “Pokémon Advanced Battle” ; “Pokémon Battle Frontier”

Regioni: Hoenn ; Kanto

Età di Ash: Da quasi 13 anni a 14 e mezzo.

Pokémon Diamante&Perla

Titolo originale: “Pocket Monsters Diamond&Pearl”

Stagioni in italiano: “Diamante&Perla” ;  “DP Battle Dimension” ;  “DP Lotte Galattiche” ;  “DP I Vincitori della Lega di Sinnoh”

Regione: Sinnoh

Età di Ash: Da 14 anni e mezzo a 15

Pokémon XY / XYZ

Titoli originali:Pocket Monsters XY” ; “Pocket Monsters XY&Z”

Stagioni in Italiano: “XY” ;  “XY Esplorazioni a Kalos” ;  “XYZ”

Regione: Kalos

Età di Ash: Da 16 anni a quasi 17

XYZ è attualmente considerata l’ultima serie dell’anime Pokémon. Per ulteriori chiarimenti consultate questo FAQ.


Firma anche tu la petizione per dire basta ai reboot di Ash nell’anime Pokémon! Bastano pochi secondi e puoi scegliere di restare anonimo, nascondendo pubblicamente i tuoi dati!


 

Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.

La bufala su Ash Ketchum diventato Maestro Pokémon

La bufala su Ash Ketchum diventato Maestro Pokémon

Una nuova bufala si abbatte sul personaggio di Ash Ketchum, che stavolta lo vede diventare addirittura Maestro Pokémon! Per quanto ci dispiaccia dover smentire che Ash abbia veramente raggiunto il suo obiettivo, la realtà è ben diversa.

“Ash Ketchum vince per la prima volta la Lega Pokémon e diventa finalmente Maestro Pokémon!”

Così recitano addirittura le più rinomate testate giornalistiche… ma quanto c’è di vero in questa notizia? Ancora una volta, noi di Satoshipedia ci ritroviamo a dover fare la parte dei “bacchettoni”, per far luce su una situazione che ha acquisito connotati esagerati!

Partiamo da un presupposto: è vero che il protagonista della serie “Pokémon Sole&Luna” ha vinto il torneo regionale della Lega di Alola. Tuttavia, il valore di tale successo è decisamente inferiore, rispetto a ciò che è stato riportato con tanto clamore.
Ma partiamo dalla bufala più evidente:

“Ash è finalmente diventato Maestro Pokémon!”

Questo non è mai stato detto nell’episodio in questione. Chiunque segua da tempo l’anime Pokémon lo sa bene, non basta vincere un torneo regionale per diventare Maestro.
Un torneo regionale rappresenta un trampolino di lancio, al cui vincitore viene conferito (oltre al trofeo) il diritto di Sfidare i Super4. Ciò servirà a conquistare il diritto di sfidare anche il campione regionale in carica. Ma essere un semplice campione regionale, non vuol dire mica aver raggiunto la vetta!

“La strada per diventare Maestro Pokémon è ancora lunga!”

Così ha subito twittato Rica Matsumoto (la voce giapponese di Ash). Il concetto è stato anche ribadito in un’intervista rilasciata per la rivista “Corocoro”.

Ma parliamo del format della Lega di Alola, nell’anime: niente medaglie richieste e nessun requisito minimo per partecipare, quindi chiunque ha potuto prendervi parte, affrontando round semplificati con un massimo di 3 pokémon vs 3 (anziché 6 vs 6). Indispensabile anche sottolineare che la serie Sole&Luna è ambientata in un universo alternativo, la cui linea temporale non si ricollega alle serie precedenti. Quanto valore può avere, quindi, una simile lega nella storia principale? Nessuno, anche perchè il protagonista di Sole&Luna è un “Ash alternativo”, quindi NON il protagonista originale che abbiamo conosciuto vent’anni fa.

Scene conclusive delle serie Diamante&Perla e XYZ, in cui l’Ash Originale viene inquadrato di spalle mentre si allontana dallo spettatore, comunicando l’inizio di una linea temporale alternativa.

Non a caso, nella stessa serie Sole&Luna, non viene mai menzionata quella che fu la prima Lega Pokémon effettivamente vinta da Ash, nella Serie Originale: la Lega Orange.

> "Lo sfidante vince il torneo! Lo sfidante vince il torneo!"> "Ash ce l'ha fatta!"> "Ash entra di diritto nella Sala D'Onore della Lega Orange!" Correva l'anno 1999 (trasmissione giapponese) ed #AshKetchum vinceva il suo PRIMO torneo della Lega Pokémon! Dov'era la #CNN quando Ash vinse questo torneo? Nello stesso posto in cui era tre anni fa, quando Ash arrivò per la prima volta in finale ad una lega principale! Stiamo ironizzando, ovviamente; ma raccomandiamo, specialmente ai più giovani, di rivedere questi episodi… anche per verificare con i propri occhi la differenza di difficoltà tra questa competizione e la Lega di Alola.Ricordiamo inoltre che SM costituisce una timeline ALTERNATIVA.> "La strada per diventare Maestro Pokémon è ancora lunga"Così ha appena twittato Rica Matsumoto (voce giapponese di Ash) lasciando intendere che la valenza della Lega di Alola, nella trama, sarà paragonabile a quella ricevuta dalla Lega Orange.#PerNonDimenticare #anipoke #PokemonAnime

Gepostet von Ash Ketchum Fanpage am Montag, 16. September 2019

 

Dunque, una vera presa in giro nei confronti dell’Ash originale. Nel corso dell’anime, egli ha affrontato sfide e tornei ben più impegnativi, in cui talvolta gli è stata negata la vittoria, in modo assolutamente incoerente.
L’esempio più recente è la Lega di Kalos, il cui ricordo è ancora fresco di soli tre anni. Quello è stato il primo torneo standard della Lega Pokémon (ovvero regolamentato da un requisito minimo di 8 medaglie, strutturato in gironi che includono round di “lotte totali” -6 pokémon vs 6-) in cui Ash ha finalmente raggiunto la finale, acclamato dal pubblico in stadio e dagli stessi fan veterani dell’anime… che per l’occasione sono tornati a seguire Pokémon, dopo quasi vent’anni! Indescrivibile fu quindi la delusione per la sconfitta ingiustificata, in cui il favorito Ash-Greninja venne incoerentemente sconfitto da un Mega-Charizard X, già seriamente danneggiato e stremato dai precedenti round.

A questo punto la domanda sorge spontanea: che senso aveva negare la vittoria ad Ash in XYZ, perfettamente sviluppato e pronto ad un trionfo, per poi conferirla ad un Ash “reboottato” solo tre anni dopo?
Ci viene da pensare ad una scelta soprattutto obbligata, in quanto sia la sconfitta di Ash alla lega di Kalos, sia l’annuncio della serie Sole&Luna, hanno aggravato ulteriormente il già disastroso calo di ascolti dell’anime. Durante la stessa Lega di Alola, gli ascolti giapponesi sono infatti scesi all’ 1%, rendendo sempre più  necessario un cambio drastico di format.

Per qualsiasi dubbio o curiosità, consultate il nostro articolo FAQ


Firma anche tu la petizione per dire basta ai reboot di Ash nell’anime Pokémon! Bastano pochi secondi e puoi scegliere di restare anonimo, nascondendo pubblicamente i tuoi dati!

Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.

Satoshi’s Origins [Pocket Monsters: The Animation] – Fanfiction

Questo racconto è molto più di una semplice fanfiction, in quanto è liberamente tratto dai romanzi “Pocket Monsters the Animation” di Takeshi Shudo (creatore dell’anime Pokémon). Mi sono basata proprio sulle informazioni carpite dai libri (e trascurate nell’anime contro la volontà di Shudo), così da ricostruire il più fedelmente possibile quello che può essere stato un episodio pregresso di Ash Ketchum. Per saperne di più consultate il sito Satoshipedia.

Indice dei capitoli:

Leggi i capitoli anche su Wattpad!

 


© 2019, Ayako Satomi. Tutti i diritti riservati – https://ayakosatomi.portfoliobox.net/

Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.

Focus su Delia Ketchum: la Super Mamma

english icon_Satoshipedia_ok

Delia Ketchum / Hanako

Takeshi Shudo nei suoi romanzi “Pocket Monsters the Animation” si è soffermato parecchio a parlare di Delia Ketchum, ripetendo spesso, durante la narrazione, che leggere queste informazioni aiuterà a scoprire qualcosa di più su Ash e sulle sue future vicende.

Ash ha ereditato il carattere di sua madre Delia Ketchum (Hanako in giapponese), che infatti siamo abituati a vedere sempre spensierata e sorridente. Anche nel suo ruolo di mamma é sempre stata una donna forte e coraggiosa, nonostante le grandissime sofferenze che ha dovuto sopportare nella sua vita.

Delia è infatti giovanissima, il rapporto tra lei e Ash é molto più simile a quello tra fratello e sorella, piuttosto che a quello tra madre e figlio. All’inizio dell’anime, Delia era ancora sotto i trent’anni di età, nonostante avesse già un figlio pressochè undicenne. Così, il giorno in cui Ash partì per il suo viaggio pensò, asciugandosi le lacrime:

«… Lacrime, eh… sono ancora giovane ma già alla mia età sono la madre di un adulto a tutti gli effetti… in veste di sua madre ho dovuto mostrarmi coraggiosa… ricordo tutti i dieci anni, dieci mesi e dieci giorni passati con Ash… tutte le avversità… i momenti talmente dolorosi che sembrava impossibile andare avanti… la maternità è stata davvero dura… ma ne è valsa la pena »

Da quando il padre di Ash se ne andò da casa, nessuno vide più Delia versare una lacrima per un addio, nonostante generalmente fosse una persona che tendeva a piangere come una bambina o avere reazioni esagerate, anche per una semplice scheggia conficcata in un dito.

Tutto iniziò quando Delia aveva solo 18 anni e sua madre era ancora in vita. Un giovane aspirante allenatore di pokémon alloggiava alla sua locanda, il “Pallet House“. Delia se ne innamorò subito e la loro relazione si intensificò rapidamente, tanto che, letteralmente in un batter d’occhio, i due si sposarono. Ma appena dopo la nascita di Ash, il giovane lasciò il paese per non tornare mai più. Come se non bastasse, in un altro batter d’occhio, la madre di Delia si ammalò e morì, lasciando la figlia sola con il Pallet House e col neonato Ash.

Delia a quel punto fu costretta a farsi forza. Anche se suo marito fosse tornato a casa dopo averla lasciata sola per oltre dieci anni, lei lo avrebbe completamente ignorato.  Se qualcuno le chiedeva:  «Lo ami ancora?» Lei rispondeva un secco «No!». Ma nonostante questo, Delia rifiutò tutte le proposte ricevute da altri uomini, perché in realtà non ha mai voluto divorziare dal padre di Ash. Giravano anche voci su delle sue relazioni, ma nessuna di queste era vera.

Fino al giorno in cui Ash lasciò casa per viaggiare e diventare un Allenatore di Pokémon, Delia tenne duro con le sue sole forze. «É naturale…» pensò tra sé e sé. Ash é il suo amato figlio e lei se ne sarebbe presa cura fino al giorno della sua partenza. Era una sua responsabilità.

Il rapporto tra Ash e Delia

Come già detto, tra Delia e Ash c’é un rapporto molto singolare, simile a quello tra una coppia di amici o di fratelli. Talvolta Ash si chiedeva se certi comportamenti di Delia fossero gli stessi di una tipica madre e desiderava che lei fosse più simile a una normale donna adulta. Spesso la accusava di “giocarsi la carta della mamma” solo quando le conveniva.0789079808

In effetti, il giorno della partenza di Ash, Delia iniziò a fantasticare un po’. Era triste, ma allo stesso tempo si sentiva come uno studente in procinto di iniziare le vacanze estive e senza compiti da fare: a partire dal giorno successivo sarebbe ritornata una donna libera. Essendo ancora così giovane avrebbe potuto dedicarsi a molte cose. Ma fino alla mattina successiva doveva essere ancora la madre di Ash.

77969Shudo spiega che quello della madre é già di suo un mestiere molto duro, tuttavia, nonostante la situazione in cui si trovava, Delia non ha mai visto la propria maternità come un peso e tutto sommato la considerava meglio che rimanere completamente sola, dopo che suo marito se ne era andato di casa.

Naturalmente non fu facile… ma nonostante ciò, ogni tanto Delia sentiva la necessità di dire ad Ash «Grazie, tesoro mio.»

Per citare un esempio, intorno ai tre anni di età Ash iniziò a diventare pestifero. Combinava una marachella dietro l’altra e Delia, per farlo smettere, fingeva di mettersi a piangere:

«Avere un figlio così pestifero mi rende la bellezza più sfortunata del mondo… Sniff, sniff. Waaah, waaaah»

Tuttavia, di solito alla sua età, le ragazze dovrebbero poter uscire a divertirsi, non dovrebbero lavorare come madri single. Per questo Delia si sentiva davvero sfortunata. Aveva iniziato facendo soltanto finta di piangere, ma pensando alla situazione della sua vita, ben presto le lacrime divennero reali.

Ash venne colto alla sprovvista dal pianto della mamma e smise di fare macello. A quel punto si avvicinò a lei e con un’espressione dolcissima le chiese: «Mamma, che c’è che non va? Stai bene?» Questo gesto confortò Delia, che non potè fare a meno di provare molta gratitudine nei confronti di suo figlio.

Delia e i padri dei bulli

Quando i bulli presero di mira Ash all’asilo e alle elementari, lui andava direttamente dai loro padri per chiedere di sgridarli. Se questi non li rimproveravano, l’indomani si assicurava che lo facesse almeno l’insegnante.

I bulletti erano generalmente bambini che a casa non respiravano un clima di serenità. Spesso figli di padri single o di mariti che venivano buttati fuori di casa in seguito a una lite coniugale. Se questi uomini avessero cercato qualcosa da mangiare, avrebbero avuto due opzioni: il bento dell’unico minimarket del villaggio o il Masara House (essendo l’unico ristorante di Biancavilla).

Delia, proprio come Ash, ha la capacità di trovare sempre le parole giuste per aiutare qualcuno in difficoltà, perciò, quando questi padri di famiglia sceglievano di mangiare al Pallet House, lei li rimproverava: «I bambini hanno bisogno di entrambi i genitori! Specialmente di un padre! Non puoi sottovalutare l’importanza di un padre! Un padre non può solo lavorare tutto il tempo, deve anche passare del tempo a casa!». 709790Delia sapeva bene quel che diceva, aveva l’esperienza sia di suo padre (il nonno di Ash) sia di suo marito: entrambi abbandonarono la famiglia per diventare allenatori di pokémon e non tornarono mai più.

Così, gli uomini rimanevano in silenzio e la lasciavano parlare. In cambio, se così si può dire, Delia ascoltava i loro problemi con le mogli.

79800Le madri in paese, perciò, non si lamentevano mai del fatto che i loro mariti, tornando a casa a tarda notte,  dicessero di essere stati al Pallet House. Al contrario, lo consideravano un sollievo, perché parlare con Delia ispirava i padri di Biancavilla a fare del loro meglio per la casa e i bambini. Questo aiutava a migliorare l’umore delle madri in paese. Così, con entrambi i genitori di buon umore, i figli respiravano un clima di serenità e il bullismo nei confronti di Ash finì addirittura per cessare. Non venendo più preso di mira, Ash fu felicissimo di poter tornare a dedicarsi soltanto alle sue marachelle. Adorava andare a giocare in giro e combinare guai. Delia lo rimproverava quando causava troppi problemi, ma non l’ha mai costretto a focalizzarsi sui suoi studi.

Il desiderio di Delia

Delia ha sempre voluto trasmettere ottimismo e serenità ad Ash, perciò, anche grazie al suo forte carattere, egli non rimase mai profondamente scioccato dalla mancanza di suo padre, tuttavia, da bambino, chiedeva spesso di lui alla mamma. Voleva sapere che tipo fosse e che cosa stesse facendo. Le rivolgeva le stesse domande anche riguardo al nonno. Delia inizialmente gli rispondeva che erano due allenatori di pokémon molto speciali. Tuttavia, quando Ash aveva cinque anni, decise di rivelargli la verità: benchè fossero partiti per diventare allenatori di pokémon, nessuno ha più saputo niente di loro. Non ci sono prove che lo siano diventati realmente.

Che suo padre e suo nonno fossero o no dei buoni allenatori non fece alcuna differenza nel suo desiderio di diventare un Allenatore di Pokémon. Tuttavia, se Ash l’avesse scoperto su internet o una volta cresciuto, per lui avrebbe potuto essere uno shock.5685896

Paradossalmente, portare sulle spalle il peso dei fallimenti di suo padre e suo nonno, per Ash era una specie di bizzarro incoraggiamento:

«Non farò la fine di Papà e di Nonno!»

Disse Ash alla madre la notte prima di partire per il suo viaggio. Ma Delia pensò, dentro di sé:

«Se lui fosse anche solo un pò come suo padre, potrebbe decidere di non tornare mai più a casa».

Era naturale che Ash avrebbe finito col sognare di diventare un Allenatore di Pokémon. La stessa Delia qualche volta borbottava:

«Tuo padre e tuo nonno sono là fuori, da qualche parte, cercando di diventare Allenatori di Pokémon… Dev’essere bello…»

Le capitava di dirlo solo qualche volta, ma in oltre dieci anni questa frase finì per arrivare parecchie volte alle orecchie di Ash, facendo scattare in lui il desiderio di diventare un allenatore di pokémon

48675Delia stessa amava i Pokémon e avrebbe desiderato poter diventare anche lei un’allenatrice.

Se non avesse dovuto prendere in gestione il Pallet House, essendo figlia unica, Delia avrebbe ignorato ogni opposizione di sua madre e una volta compiuti dieci anni avrebbe lasciato casa per diventare un’allenatrice di pokémon, proprio come Ash.

La sveglia a forma di Voltorb

La sveglia a forma di Voltorb fu regalata ad Ash da Delia per il suo decimo compleanno.

69876790Gli articoli a tema pokémon sono sempre un best seller, perciò non é possibile ottenerli in un piccolo villaggio come Biancavilla. Di conseguenza, per ottenere quell’orologio Delia dovette abbandonare la sua impegnata agenda per tre giorni e recarsi in un grande magazzino nella metropoli di Azzurropoli, dove aspettò cinque ore in fila per poterla comprare.

Per Delia, quella sveglia Voltorb rappresentava qualcosa di più di un semplice regalo di compleanno per suo figlio: era un’espressione di amore materno nei confronti di Ash da portare nel suo viaggio. Il suo compleanno fu solo un’occasione adatta per dargliela.


Firma anche tu la petizione per dire basta ai reboot di Ash nell’anime Pokémon! Bastano pochi secondi e puoi scegliere di restare anonimo, nascondendo pubblicamente i tuoi dati!


Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.

Ash Ketchum

La più affidabile e dettagliata guida su Ash Ketchumenglish icon_Satoshipedia_ok

Nome originale
サトシ (Satoshi)
Sesso
Maschio
Data di nascita
Colore dei capelli
Neri
Colore degli occhi
Neri, in seguito Castani
Provenienza
Biancavilla
Regione
Kanto
Professione
Allenatore di Pokémon
Parenti
Madre (Delia Ketchum), Padre (sconosciuto), Nonna Materna (defunta) Nonno Materno (scomparso)
Debutto
L’inizio di una grande avventura
Voce Giapponese
Rica Matsumoto
Voce Inglese
Veronica Taylor (fino all’episodio AG145), Sarah Natochenny (dall’episodio AG146 in poi), Kayzie Rogers (The Mastermind of Mirage Pokémon)
Voce Italiana
Davide Garbolino
Altri doppiatori

Il personaggio:

 

Ash Ketchum é il protagonista dell’Anime Pokémon. É basato su Rosso, il protagonista dei titoli della Prima generazione (Pokémon). Il nome originale, Satoshi, significa “Saggezza” (qualità che Ash ha acquisito maggiormente con l’avanzare delle serie) e deriva direttamente da quello dell’ideatore dei Pokémon, Satoshi Tajiri, il quale, in varie interviste, ha affermato di rispecchiarsi nel personaggio. Nei videogiochi Pokémon Rosso e Blu e Pokémon Giallo Ash è uno dei nomi predefiniti che il giocatore può assumere. Il cognome Ketchum deriva dallo slogan “gotta catch ‘em all” (“acchiappali tutti”), ma é anche un cognome realmente esistente. È possibile che esso sia stato scelto a causa del numero di movimenti della bocca compiuti, nell’anime, per pronunciare il nome originale del protagonista, in modo da rendere più semplice il doppiaggio, dato che “Satoshi” ha due sillabe più di “Ash”.ash_ketchum-467

Come molti personaggi shōnen mira ad una meta molto lontana; in questo caso, Ash vuole diventare un Maestro Pokémon. Per questo motivo, viaggia per il mondo, sfidando capipalestra e entrando in competizione nelle leghe dei Pokémon, in modo non dissimile al protagonista dei videogiochi.

Pur essendo un personaggio dalle tipiche caratteristiche dell’eroe shōnen, Ash ha delle specifiche qualità che delineano un personalità molto più articolata, di cui spicca, in particolare, la sua eccezionale abilità nel confortare e incoraggiare chi ne ha bisogno, avvalendosi anche della sua empatia. Ciò lo rende un punto di riferimento per la maggior parte dei suoi fan, tanto che il libro “The Japanification of Children’s Popular Culture” ha citato Ash come un esempio di identificazione culturale. Si sono inoltre sottolineati crescita e sviluppo del personaggio nel corso dell’anime.

Carattere:

 

Ash é particolarmente altruista, empatico e gentile, ma allo stesso tempo le sue peculiari caratteristiche sono il coraggio e la determinazione. Infatti é estremamente testardo e non si arrende mai, qualunque sia la difficoltà. Il suo motto é “saigo made akirameru na” (letteralmente: “non arrenderti mai fino alla fine“).kiuyhfgyy Come già accennato, Ash dimostra anche una particolare empatia, grazie alla quale riesce sempre a trovare le parole giuste per risollevare il morale a chi ne ha bisogno. Grazie a questa sua caratteristica, gli amici lo considerano una specie di “psicologo” del gruppo, avvalendosi spesso dei suoi insegnamenti sul modo di affrontare la vita e le relative difficoltà. Quando però é lui ad avere un problema, preferisce tenersi tutto dentro e può diventare scontroso nei confronti di chi cerca di aiutarlo.
Con i suoi pokémon Ash ha instaurato un rapporto basato sulla fiducia e sul rispetto reciproco: vuole che la sua squadra si senta parte di una grande famiglia.  Altra caratteristica di Ash é il suo carattere super-forte. Infatti, come spiegato da Takeshi Shudo, per merito di ciò niente riesce a traumatizzarlo, al punto che non é mai rimasto profondamente scioccato neanche dalla mancanza del padre. Infatti é stato proprio questo ad aver temprato il suo carattere.

Aspetto fisico:

 

Ash si presenta come un ragazzo di bassa statura (165 centimetri) e magro, ma allo stesso tempo molto atletico (infatti é noto per la sua grande agilità) e vigoroso.
Sui folti e scompigliati capelli neri cala sempre un berretto rosso, mentre alle mani calza dei mezzi guanti. Preferisce indossare giacche a maniche corte e pantaloni lunghi (probabilmente per praticità nei viaggi).

Storia:

 

Il 1° Aprile dell’anno successivo al suo 10° compleanno, Ash lasciò la sua città natale, Biancavilla, assieme ad altri tre allenatori, tra i quali Gary Oak, suo rivale fin dall’infanzia.
Quella mattina, però, si svegliò in ritardo e incontrò Gary,  nipote del professor Oak, dal quale ha già ricevuto il suo primo Pokémon. Giunto al laboratorio del professore però, Ash scoprì che tutti i Pokémon iniziali erano già stati scelti (Bulbasaur, Charmander e Squirtle), così decise di prendere un esemplare di Pikachu, l’unica creatura rimasta, insieme al Pokédex fornito dal professore (chiamato Dexter). Tuttavia Pikachu odia le Sfere Poké,  perciò segue tutt’ora Ash come se fosse un Pokémon “libero”. Inizialmente, causò dei problemi al suo allenatore, non rispettandolo, ma dopo che Ash rischiò la sua vita per proteggere il piccolo pokémon ferito da alcuni Spearow, i due diventarono amici inseparabili. Alla fine di questa avventura, Ash e il suo Pikachu videro un Pokémon. Durante una video chiamata con il professor Oak, Ash capì che si trattava del Pokémon leggendario Ho-Oh, ma non venne creduto. Egli, infatti, si rivelò essere l’unica persona ad aver visto Ho-Oh negli ultimi tre secoli.AshvsSperaow_1°ep

Poiché Pikachu è capace di generare potenti attacchi elettrici, é spesso l’obiettivo dei piani di Jessie, James e Meowth del Team Rocket, che tentano di rapire il Pokémon per portarlo al loro capo, Giovanni. All’inizio, Ash era accompagnato da Misty, che lo seguiva per riavere la bici presa da lui per salvare Pikachu e andata distrutta a causa del Tuonoschock che il pokémon ha lanciato per salvare Ash. -.jklkj.j,.Dovendo conquistare otto medaglie in diverse palestre per partecipare alla Lega Pokémon, affrontò Brock, il Capopalestra di Plumbeopoli (Pewter City), che dopo la sconfitta si unì al gruppo. Nella seconda stagione dell’anime (per la numerazione occidentale), Ash partecipò finalmente alla Lega di Kanto, all’Altopiano Blu (Indigo Plateau), dove venne sconfitto dall’amico Richie, classificandosi tra i primi sedici posti. In seguito, Ash viaggiò attraverso le Isole Orange insieme a Misty e Tracey Sketchit per vincere la Lega Orange. Nell’episodio “Una grande vittoria“, sconfisse Drake ed ottenne il trofeo. Il successivo viaggio di Ash si svolse nella regione di Johto, dove ancora una volta venne accompagnato da Misty e Brock. Nella Lega di Johto, Ash batte finalmente il rivale Gary, ma viene sconfitto da Harrison classificandosi tra i primi otto posti.

Nella serie Advanced Generation, Ash si separò con sofferenza da Misty e Brock, ma quest’ultimo tornò e si riunì ad Ash e ai suoi nuovi amici: Vera e Max. Questa volta era Ash, ormai diventato un po’ più esperto e maturo, a fare da mentore alla nuova allenatrice Vera. Anche in questa regione Ash dovette sconfiggere 8 Capipalestra per partecipare alla Lega di Hoenn, dove affrontò anche l’amico e rivale Morrison. Ash si classificò tra gli otto migliori allenatori. Lunch_Pkmn_AdvIn seguito, si separò dai compagni e tornò a casa, per poi comunque ritrovarli lì e riunirvisi per il viaggio nella Frontiera della Lotta. Ash Sconfisse tutti gli Assi del Parco Lotta, conquistando il titolo di Campione nell’episodio “Un incontro decisivo“, nel corso del quale riuscì ad avere la meglio su Baldo. Al termine del suo secondo viaggio attraverso la regione di Kanto, Ash vide per la prima volta l’Electivire di Gary, esperienza che lo portò a decidere di visitare la regione di Sinnoh, dove il giovane ritrovò il suo amico Brock. hfthtrhdxA Duefoglie, i due incontrarono Lucinda e con lei intrapresero un nuovo viaggio, in cui Ash disputò non solo incontri in palestra, ma anche, insieme alla nuova amica, due Gare Pokémon. In questa serie Ash, ormai diventato un allenatore esperto, si specializzò nella creazione di spettacolari nuove strategie di lotta, tanto che Lucinda sviluppò grande ammirazione nei suoi confronti. Tuttavia, Ash venne messo a dura prova dal suo nuovo rivale, Paul, il quale utilizzava metodi di allenamento opposti ai suoi: severi e incuranti dei suoi pokémon. Dopo molte difficoltà, Ash riuscì finalmente a sconfiggere Paul nell’incontro più spettacolare della sua vita, arrivando così alla semifinale della lega di Sinnoh, dove venne però sconfitto da Tobias e i suoi pokémon leggendari. 6789Ash però fu l’unico allenatore ad aver sconfitto non solo il Darkrai di Tobias, ma anche il suo Latios, diventando così il vincitore morale della lega di Sinnoh.  Una volta terminata la competizione Ash si separò da Lucinda e Brock. Quest’ultimo non tornerà più a viaggiare con Ash, poiché ha preso la decisione di studiare per diventare medico.

Gli eventi di Unima non vengono mai menzionati né in Diamante&Perla, nè in XY. La nostra enciclopedia si basa solo ed unicamente su ciò che è dimostrato nelle serie che costituiscono la timeline originale dell’anime Pokémon. Di conseguenza, la durata della serie Nero&Bianco viene considerata un buco della linea temporale.

Il buco temporale parte quindi dal ritorno a casa di Ash alla fine di Diamante&Perla (autunno inoltrato) fino all’arrivo di Ash nella regione di Kalos (primavera inoltrata dell’anno successivo), ragion per cui proseguiamo il conteggio della linea temporale aggiungendole un anno.

La serie XY ha infatti visto un ritorno di Ash come lo avevamo lasciato nella regione di Sinnoh: maturo e straordinariamente abile nelle lotte pokémon. 386px-Ash_XYIn breve tempo é ulteriormente migliorato e nel corso della serie XYZ ha scoperto un potere che lo lega al suo Greninja. Grazie ad esso raggiunge un livello mai visto prima d’ora e si classifica finalista alla Lega di Kalos. I suoi compagni di viaggio sono stati Lem, Clem e Serena. Quest’ultima si é innamorata di Ash dopo che lui, da bambini, l’ha aiutata e medicata in un bosco in cui si era persa. Una volta arrivato a Kalos, Serena ha riconosciuto Ash vedendolo in televisione e ha deciso di viaggiare insieme a lui.

Famiglia:

 

Ash da bambino

I genitori di Ash sono separati, perché il padre, di cui non si conosce alcuna informazione, ha abbandonato Delia, che aveva solo 19 anni, appena dopo la nascita di Ash. Si sa soltanto che é un allenatore di pokémon (che però non risulta nell’elenco online dei membri dell’Associazione Mondiale Allenatori di Pokémon) attualmente in viaggio in una terra lontana. Per quanto riguarda i nonni materni, la madre di Delia é morta a causa di una malattia, mentre il padre di Delia ha avuto più o meno lo stesso comportamento del marito: anche lui se ne andò di casa per diventare un allenatore.

Pokémon di Ash:

 

Le mosse segnate in blu scuro sono quelle attualmente conosciute dai pokémon o usate più di recente.

Serie: Pokémon (clicca su spoiler per visualizzare)

Spoiler

Pikachu ♂ – Tipo: Elettro
Pikachu di Ash
Pikachu è il Pokémon iniziale di Ash, ottenuto dal Professor Oak nell’episodio “L’inizio di una grande avventura“.
Mosse: Tuonoshock, Fulmine, Tuono, Agilità, Sdoppiatore, Attacco Rapido, Colpo Coda (usato sporadicamente senza comando, come nella palestra di Aranciopoli), Azione, Fulmisguardo (usato solo nell’episodio “Furti misteriosi“), Codacciaio (insegnato da Ash nell’episodio “Forza e bellezza“), Locomovolt (appreso nell’episodio Gli Allevatori di Uova di Pokémon), Energisfera (appreso nell’episodio “Ballando con i tre Ducklett!“-serie Nero&Bianco).
Bulbasaur ♂ – Tipo: Erba/Veleno
Bulbasaur di Ash
Regalato ad Ash nell’episodio “Un’oasi felice“.
Mosse: Foglielama, Frustata, Sonnifero, Riduttore, Parassiseme, Solarraggio (appreso nell’episodio “Il Giardino dei Misteri“), Turbine, Solletico, Fossa.
Charizard ♂ – Tipo: Fuoco/Volante
Charizard di Ash
Evoluzione del suo Charmeleon, a sua volta evoluto da Charmander. Questo Pokémon è stato curato da Ash nell’episodio “Un nuovo Pokémon“. Charizard si allena nella Valle dei Draghi. In caso di necessità, tuttavia, Ash può chiedere a Lisa di utilizzarlo temporaneamente.
Mosse: Lanciafiamme, Fulmisguardo, Braciere, Turbofuoco, Capocciata (usato solo nell’episodio “La città dei profumi“), Movimento Sismico (appreso subito dopo essersi evoluto), Azione, Megapugno, Sottomissione, Riduttore, Ira, Ira di Drago, Dragospiro, Turbine, Vampata (appreso nella Valle dei Draghi), Alacciaio (appreso nella Valle dei Draghi prima dell’episodio “La banda al completo), Attacco d’Ala, Lacerazione, Codadrago.
Kingler – Tipo: Acqua
Kingler di Ash
Evoluzione del suo Krabby, uno dei primi Pokémon di Ash. Catturato nell’ episodio “Il mistero del faro“.
Mosse: Martellata, Rafforzatore, Fulmisguardo, Bolla, Pistolacqua, Iper Raggio, Presa, Pestone.
Muk – Tipo: Veleno
Muk di Ash
Catturato nell’episodio “Un’amica magnetica“.
Mosse: Corposcontro, Velenogas, Fangobomba.
Tauros ♂ – Tipo: Normale
Tauros di Ash
Catturato all’interno della Zona Safari nell’episodio censurato “La leggenda di Dratini“, insieme ad altri 29 Tauros.
Mosse: Abisso, Riduttore, Incornata, Doppioteam (usato per la prima volta nell’episodio “Ritenta, sarai più fortunato!)
Snorlax – Tipo: Normale
Snorlax di Ash
Catturato nelle Isole Orange, nell’episodio “Le sette isole del pompelmo“.
Mosse: Azione, Corposcontro, Iper Raggio, Gelopugno, Megapugno, Megacalcio, Protezione, Riposo, Bottintesta.
Heracross – Tipo: Coleottero/ Lotta
Heracross di Ash
Catturato nell’episodio “L’equilibrio naturale“.
Mosse: Azione, Riduttore, Fulmisguardo, Furia, Megacorno, Incornata, Resistenza, Sonnolalia (mostrato nell’episodio “La Lega ha inizio!”), Centripugno (mostrato nell’episodio “La Lega ha inizio!), Iper Raggio (mostrato nell’episodio “La semifinale!).
Bayleef ♀ – Tipo: Erba
Bayleef di Ash
Evoluzione del suo Chikorita, un Pokémon curato da Ash, dopo lo scontro avuto con il suo Charizard nell’episodio “Un Chikorita da salvare“.
Mosse: Azione, Foglielama, Frustata, Profumino (usato solo nell’episodio “Una palestra immersa nel verde”), Corposcontro (appreso poco dopo essersi evoluto in Bayleef),Bottintesta (usato solo nell’episodio “Il torneo della vittoria (terza parte)).
Quilava – Tipo: Fuoco
Quilava di Ash
Evoluzione del suo Cyndaquil, catturato nell’episodio “Un prezioso alleato“.
Mosse: Azione, Lanciafiamme, Attacco Rapido, Agilità, Muro di Fumo, Comete, Ruotafuoco (mostrato nell’ episodio “Una vecchia miscela di famiglia!), Eruzione (appreso appena evolutosi in Quilava nell’episodio “Una vecchia miscela di famiglia!), Aeroassalto (mostrato nell’ episodio “La Lega ha inizio!).
Totodile ♂ – Tipo: Acqua
Totodile di Ash
Catturato nell’episodio “Duello fra amici“.
Mosse: Graffio, Pistolacqua, Morso, Lacerazione (usato solo nell’episodio “Incontri Subacquei“), Bottintesta, Capocciata, Visotruce, Fulmisguardo (usato solo nell’episodio “Il torneo della vittoria (terza parte)), Colpocoda (usato solo durante la Seconda Fase della Conferenza Argento a seguito del comando “Concludi!”).
Noctowl – Tipo: Normale/Volante
Noctowl di Ash
Unico Pokémon Shiny catturato da Ash, nell’episodio “Ride bene chi ride ultimo“.
Mosse: Azione, Raffica, Beccata, Preveggenza, Ipnosi, Confusione (appreso nell’episodio “Una tappa importante“), Eterelama (mostrato nell’episodio “Alla ricerca della mossa giusta), Aeroattacco (mostrato nell’episodio “Alla ricerca della mossa giusta), Extrasenso (mostrato nell’episodio “Alla ricerca della mossa giusta).
Donphan – Tipo: Terra
Donphan di Ash
Evoluzione del suo Phanpy nato da un uovo ricevuto nell’episodio “Una gara fuori programma” e poi schiuso nell’episodio “Il lieto evento”.
Mosse: Azione, Riduttore, Rotolamento, Terremoto, Ricciolscudo, Introforza (usato la prima volta nell’episodio “Il regno di Onix), Iper Raggio (appreso appena evolutosi in Donphan nell’episodio “Pericolo, alta tensione).

[riduci]

Serie: Pokémon Advanced (clicca su spoiler per visualizzare)

Spoiler

Swellow – Tipo: Normale/Volante
Swellow di Ash
Evoluzione del suo Taillow catturato nell’episodio “Lo stormo“.
Mosse: Attacco Rapido, Beccata, Attacco d’Ala, Doppioteam (appreso appena essersi evoluto in Swellow nell’episodio “Il gioco dell’anello), Aeroassalto (insegnato da Ash nell’episodio “Emozioni a non finire).
Sceptile ♂ – Tipo: Erba
Sceptile di Ash
Evoluzione del suo Grovyle, a sua volta evoluto dal Treecko che ha catturato nell’episodio “I Pokémon degli alberi“.
Mosse: Attacco Rapido, Botta, Schianto, Agilità, Semitraglia (insegnato da Ash nell’episodio I semini della discordia), Fendifoglia (appreso appena evolutosi in Grovyle nell’episodio “Pokémon Scatenato), Solarraggio (appreso durante l’incontro con Spartaco), Verdebufera (mostrato nell’episodio La semifinale).
Corphish – Tipo: Acqua
Corphish di Ash
Catturato nell’episodio “Qualcosa sotto la sabbia“.
Mosse: Martellata, Bollaraggio, Bolla, Rafforzatore, Presa, Fossa.
Torkoal – Tipo: Fuoco
Torkoal di Ash
Catturato nella Valle d’Acciaio, nell’episodio “Non entrate in quella valle!“.
Mosse: Lanciafiamme, Vampata, Ferroscudo, Corposcontro, Ondacalda (appreso prima dell’episodio “Un’infermiera sorprendente).
Glalie – Tipo: Ghiaccio
Glalie di Ash
Evoluzione del suo Snorunt catturato nell’episodio “Un Pokémon dispettoso
Mosse: Geloraggio, Ventogelato, Polneve, Doppioteam, Bottintesta.

[riduci]

Serie: Pokémon Diamante&Perla (clicca su spoiler per visualizzare)

Spoiler

Staraptor ♂ – Tipo: Normale/Volante
Staraptor di Ash
Evoluzione del suo Staravia, a sua volta evoluto da Starly, catturato nell’episodio “Errori da principianti“.

Mosse: Attacco d’Ala, Attacco Rapido, Raffica, Aeroassalto (appreso appena evolutosi in Staravia nell’episodio “La nascita di uno Staravia), Baldeali (insegnato da Ash nell’episodio “Strategia da Capopalestra perduta), Zuffa (appreso appena evolutosi in Staraptor nell’episodio “Puntare in alto).

Torterra – Tipo: Erba/Terra
Torterra di Ash
Evoluzione del suo Grotle, a sua volta evoluto da Turtwig, catturato nell’episodio “Un Pokémon generoso“.
Mosse: Azione, Foglielama, Sintesi, Morso, Energipalla (insegnato da Ash nell’episodio “Buon maestro, buoni consigli!), Scalaroccia (appreso nell’episodio “Lo Snover solitario!), Verdebufera (appreso appena evolutosi in Torterra nell’episodio “La torre rubata!).
Infernape – Tipo: Fuoco/Lotta
Infernape di Ash
Evoluzione del suo Monferno, a sua volta evoluto da Chimchar. Il Pokémon, precedentemente appartenuto a Paul, viene abbandonato dal suo allenatore. Ash decide quindi di invitarlo ad entrare nella sua squadra nell’episodio “La finale di Cuoripoli“.
Mosse: Ruotafuoco, Braciere, Fossa, Turbofuoco, Graffio, Lanciafiamme, Pugnorapido (appreso appena evolutosi in Monferno nell’episodio “Strategie in evoluzione!), Fuococarica (appreso nell’episodio “Alla ricerca della mossa giusta).
Buizel ♂ – Tipo: Acqua
Buizel di Ash
Precedentemente appartenuto a Lucinda. Ash lo riceve da lei in cambio di Aipom, nell’episodio “Scambio di Pokémon!
Mosse: Pistolacqua, Acquagetto, Sonicboom, Idropulsar (usato per la prima volta nella palestra di Rupepoli), Gelopugno (insegnato da Ash nell’episodio “Dritto al pugno).
Gliscor – Tipo: Terra/Volante
Gliscor di Ash
Evoluzione del suo Gligar, catturato nell’episodio “Tutta colpa del vento!“.
Mosse: Turbosabbia, Forbice X, Alacciaio, Stridio, Rogodenti (appreso nell’episodio “Un’evoluzione in corsa!), Gigaimpatto (appreso nell’episodio “Padrone degli eventi!), Pietrataglio (mostrato nell’episodio “Un rivale davvero impegnativo!).
Gible ♂ – Tipo: Drago/Terra
Gible di Ash
Catturato nell’episodio “Acchiappa il Gible“.
Mosse: Fossa, Dragobolide, Dragopulsar, Spaccaroccia.

[riduci]

Serie: Pokémon XY/Z (clicca su spoiler per visualizzare)

Spoiler

Greninja ♂ – Tipo: Acqua/Buio
Greninja di Ash
Evoluzione del suo Frogadier, a sua volta evoluto da Froakie, catturato da Ash nel corso dell’episodio “Un inseguimento a Luminopoli!“.
Mosse: Idropulsar, Bolla, Botta, Doppioteam (appreso nel corso dell’episodio “Lezione sull’arte dei ninja!), Taglio (appreso nel corso dell’episodio “Nuovi amici della foresta!), Aeroassalto (appreso appena evolutosi in Frogadier), Acqualame (appreso appena evolutosi in Greninja).
Vedi anche: Ash Greninja
Talonflame – Tipo: Fuoco/Volante
Talonflame di Ash
Evoluzione del suo Fletchinder, a sua volta evoluto da Fletchling, catturato da Ash nel corso dell’episodio “Una lotta aerea!

Mosse: Doppioteam, Beccata, Ventagliente, Alacciaio, Nitrocarica (appreso appena evolutosi in Fletchinder), Baldeali (appreso appena evolutosi in Talonflame).

Hawlucha – Tipo: Lotta/Volante
Hawlucha di Ash
Catturato da Ash nel corso dell’episodio “Il campione della foresta!“.
Mosse: Colpokarate, Calcinvolo, Schiacciatuffo, Forbice X (usato per la prima volta nella Palestra di Romantopoli).
Noivern ♂ – Tipo: Volante/Drago
Ash's Noivern
Evoluzione del suo Noibat, nato dall’uovo trovato dall’Hawlucha di Ash nell’episodio “Un decollo difficile!“.
Mosse: Supersuono, Azione, Acrobazia, Ondaboato, Dragartigli

[riduci]

In allenamento (clicca su spoiler per visualizzare):

Spoiler

Primeape – Tipo: Lotta
Primeape di Ash
Catturato da Ash, dopo che la pre-evoluzione (Mankey) aveva rubato il cappello del ragazzo, nell’episodio “Una nuova conquista. In seguito, lo dona ad un allenatore di Pokémon di tipo Lotta, Antony, nell’episodio “Il torneo“.
Mosse: Colpo, Graffio, Megacalcio, Movimento sismico.
Squirtle – Tipo: Acqua
Squirtle di Ash
Si è unito ad Ash nell’episodio “Una squadra scatenata“. Lavora in una squadra di pompieri composta da vari Squirtle ed evoluzioni.
Mosse: Pistolacqua, Bollaraggio, Ritirata, Capocciata, Idropompa (appreso nell’episodio “Lezioni di ballo), Rapigiro (appreso insieme alla Squadra degli Squirtle), Bolla.

[riduci]

Liberati (clicca su spoiler per visualizzare):

Spoiler

Butterfree ♂ – Tipo: Coleottero/Volante
Butterfree di Ash
Evoluzione del suo Metapod, a sua volta evoluto da Caterpie catturato nell’episodio “Il primo Pokémon catturato. Lasciato libero nell’episodio “Una nuova vita poiché si era innamorato di un’altra Butterfree.
Mosse: Millebave, Azione, Rafforzatore, Sonnifero, Turbine, Paralizzante, Sdoppiatore.
Pidgeot – Tipo: Normale/Volante
Pidgeot di Ash
Evoluzione del suo Pidgeotto catturato nell’episodio “Il primo pokemon catturato“. Lasciato libero nell’episodio “Una festa movimentata“, per proteggere uno stormo di Pidgey e Pidgeotto dagli attacchi di un Feraow.
Mosse: Raffica, Attacco Rapido, Turbosabbia, Turbine, Attacco d’Ala, Sdoppiatore.
Lapras – Tipo: Acqua/Ghiaccio
Lapras di Ash
Salvato da Ash quando era un cucciolo in “Un cucciolo ferito, usato come traghetto nelle isole Orange, lasciato libero, una volta ritrovata la sua famiglia, alla fine del viaggio, nell’episodio “I pirati“.
Mosse: Geloraggio, Pistolacqua.
Goodra – Tipo: Drago
Goodra di Ash
Evoluzione del suo Sliggoo, a sua volta evoluto da Goomy, catturato nell’episodio “Un incontro scivoloso!“. Ash lo ha aiutato a diventare più forte, in modo che potesse difendere i suoi amici della palude. É tornato a vivere con loro nell’episodio “Al di là dell’arcobaleno!“.
Mosse: Pioggiadanza, Pazienza, Dragospiro, Dragopulsar, Geloraggio.

[riduci]

Scambiati (clicca su spoiler per visualizzare):

Spoiler

Raticate – Tipo: Normale
Raticate di Ash
Ricevuto tramite scambio sulla motonave Anna, nell’episodio “Un’insolita crociera“, per il suo Butterfree, ma lo riscambia per il suo Pokémon nello stesso episodio.
Mosse: Calciosalto, Superzanna, Iperzanna.
Aipom ♀ – Tipo: Normale
Aipom di Ash
Catturato al termine del Gran Festival di Kanto nell’episodio “Lo scontro con Drew, successivamente scambiato con Lucinda nell’episodio “Scambio di Pokémon!“, poiché preferiva le Gare Pokémon alle lotte in palestra.
Mosse (al momento dello scambio): Graffio, Comete, Centripugno, Doppioteam.

[riduci]

Dati via (clicca su spoiler per visualizzare):

Spoiler

Beedrill – Tipo: Coleottero/Veleno
Beedrill di Ash
Catturato da Ash e regalato a Casey nell’episodio “Caccia ai coleotteri“.
Mosse: Doppio Ago.

[riduci]

Non ufficiali (clicca su spoiler per visualizzare):

Spoiler

Haunter – Tipo: Spettro/Veleno
Haunter di Ash
Catturato da Ash a Lavandonia nell’episodio “La torre della paura e regalato alla capopalestra Sabrina in “Haunter contro Kadabra”.
Mosse: Leccata.
Larvitar – Tipo: Roccia/Terra
Larvitar di Ash
Nato da un uovo donato ad Ash dal Professor Elm nell’episodio “La ricercatrice“. Il ragazzo trova la madre e le consegna il Pokémon nell’episodio “Ritorno a Casa“.
Mosse: Stridio, Introforza, Rafforzatore, Morso, Forza.

[riduci]

Medaglie ottenute:

 

Lega di Kanto
Medaglie Ash_Indigo
  • Medaglia Sasso (Episodio “La grande sfida)
  • Medaglia Cascata (Episodio “Il segreto di Misty)
  • Medaglia Tuono (Episodio “Un incontro da elettroshock“)
  • Medaglia Palude (Episodio “Haunter contro Kadabra“)
  • Medaglia Arcobaleno (Episodio “La città dei profumi“)
  • Medaglia Anima (Episodio “La villa dei ninja“)
  • Medaglia Vulcano (Episodio “Sfida vulcanica“)
  • Medaglia Terra (Episodio: “L’ottava medaglia“)
Lega Orange
Medaglie Ash_Orange
  • Medaglia Occhio di Corallo (Episodio “Una nuova medaglia
  • Medaglia Rubino di Mare (Episodio “Prova di coraggio“)
  • Medaglia Stella degli Abissi (Episodio “Lezioni di ballo“)
  • Medaglia Stella di Giada (Episodio “Doppio incontro“)
Lega di Johto
Medaglie Ash_Johto
  • Medaglia Zefiro (Episodio “Una sfida importante“)
  • Medaglia Alveare (Episodio “Una palestra immersa nel verde“)
  • Medaglia Piana (Episodio “Latte per Tutti“)
  • Medaglia Nebbia (Episodio “Una tappa importante“)
  • Medaglia Tempesta (Episodio “Una prova di forza“)
  • Medaglia Minerale (Episodio “Nervi D’acciaio“)
  • Medaglia Gelo (Episodio “Un incontro glaciale“)
  • Medaglia Levante (Episodio “L’ultima medaglia (parte quarta)“)
Lega di Hoenn
Ash Medaglie_Hoenn
  • Medaglia Pietra (Episodio “La prima medaglia“)
  • Medaglia Pugno (Episodio “Attenti al Geyser!“)
  • Medaglia Dinamo (Episodio “Incontro scioccante“)
  • Medaglia Fiamma (Episodio “La prima esperienza“)
  • Medaglia Armonia (Episodio “Il quinto obiettivo“)
  • Medaglia Piuma (Episodio “Una sfida del blu“)
  • Medaglia Mente (Episodio “Incontro tra le stelle“)
  • Medaglia Pioggia (Episodio “Otto non basta!“)
Parco Lotta
Attestato Parco Lotta
  • Simbolo Conoscenza (Episodio “Il primo simbolo“)
  • Simbolo Valore (Episodio “La ruota del parco“)
  • Simbolo Strategia (Episodio “Ash a lezione di strategia“)
  • Simbolo Fortuna (Episodio “Ash contro la Regina Fortunata“)
  • Simbolo Spirito (Episodio “Incontro nella giungla“)
  • Simbolo Abilità (Episodio “Ritenta, sarai più fortunato“)
  • Simbolo Coraggio (Episodio: “Un incontro decisivo“)
Lega di Sinnoh
Medaglie_Ash_Sinnoh
  • Medaglia Carbone (Episodio “La sfida contro Rampardos“)
  • Medaglia Bosco (Episodio “L’esperta di Pokémon d’Erba“)
  • Medaglia Ciottolo (Episodio “Sfida con tre possibilità!“)
  • Medaglia Acquitrino (Episodio “La quarta medaglia di Sinnoh!“)
  • Medaglia Vestigia (Episodio “Il controscudo!
  • Medaglia Cava (Episodio “Trattare con chi sta sulla difensiva!
  • Medaglia Ghiacciolo (Episodio “La settima medaglia!“)
  • Medaglia Faro (Episodio “L’ottava meraviglia del mondo di Sinnoh“)
Lega di Kalos
Medaglia Iceberg
  • Medaglia Insetto (Episodio “Una lotta sul filo di ghiaccio!
  • Medaglia Rupe (Episodio “Alla conquista della vetta!
  • Medaglia Lotta (Episodio “Scontro finale alla palestra di Yantaropoli!“)
  • Medaglia Pianta (Episodio “Non fare d’ogni tipo Erba un fascio!“)
  • Medaglia Voltaggio (Episodio “Una conclusione luminosa!“)
  • Medaglia Folletto (Episodio “Trucchi da folletto!“)
  • Medaglia Psico (Episodio “Occhi puntati sul futuro!“)
  • Medaglia Iceberg (Episodio “Il ghiaccio si é rotto!“)

Classificazioni alla Lega Pokémon:

 

    • Torneo della Lega dell’Altopiano Blu (Top 16)
    • Conferenza Argento (Top 8)
    • Campionati di Hoenn (Top 8)
    • Torneo dell’Isola del Giglio della Valle (Top 4)
    • Lega di Kalos (FINALISTA)

Curiosità:

 

    • Il progetto iniziale del cappello di Ash, per la serie originale, era simile a quello di Rosso (nella prima generazione). In seguito é stato modificato fino al design finale.tumblr_m2lzafGJzz1qh3ipho1_1280
    • Quando la doppiatrice inglese Veronica Taylor venne intervistata nel documentario “Adventures in Voice Acting”, rivelò che durante l’audizione per il ruolo di Ash, il protagonista in quei giorni era conosciuto con il nome di Casey.
    • Rica Matsumoto (la sua doppiatrice giapponese), in un’intervista, ha detto: “Satoshi se ne esce sempre con frasi divertenti, come pajama wa jama (gioco di parole in giapponese che più o meno significa ‘i pigiama sono una minaccia’) o scherzi. Questo é ciò che mi ha attirato di lui come personaggio”.
    • Come appunto detto da Rica Matsumoto, Ash é noto anche per le sue battute con giochi di parole (famosa é, nel doppiaggio americano, la frase “I’m an apple for a day and I need a doctor right away“). Specialmente quando brontola, se ne esce spesso con frasi divertenti-sarcastiche.
    • Ash adora le mele. Tra i suoi piatti preferiti ci sono anche il pollo fritto, gli spaghetti e la crema come dessert. Ash mangia di tutto e apprezza qualsiasi tipo di verdura. L’unica cosa che sembra non gradire é la varietà di nocciole che cresce sui Grotle.
    • Nell’episodio “Lumineon, un Pokémon straordinario!” viene mostrato che Ash sa disegnare abbastanza bene.

      vlcsnap-error023
      Un Dewgong disegnato da Ash
    • Ash é particolarmente abile ad arrampicarsi, anche perchè da piccolo era abituato a farlo spesso, giocando per conto suo  (come da lui stesso accennato nell’episodio “Una star dal cuore tenero“).
    • Da alcuni episodi sembrerebbe che Ash sia interessato a catturare un Dunsparce.
    • Ash é una frana con i computer.
    • Il pennarello che Jigglypuff portava sempre con sé in realtà era di Ash. Il pokémon lo ha rubato dal suo zaino.68698
    • Ash é molto bravo in fisica: durante le lotte (così come anche in altre situazioni) crea sempre delle tattiche basate su leve, calcoli di spinte, forze e accelerazioni, combinazioni di elementi naturali, eccetera.
    • La palla a forma di Master Ball, vista ricorrentemente nell’anime, appartiene ad Ash.
    • Ash possiede la stessa aura dei Lucario ed é un cosiddetto “Guardiano dell’aura“, tuttavia, al momento, non é interessato a sviluppare questa sua particolare dote.
  • Ash non ama indossare il pigiama, infatti da piccolo andava spesso a dormire senza cambiarsi, facendo così arrabbiare sua madre.

Altri schizzi preparatori di Ash:

Fonti e collegamenti esterni:

  • EPISODI DELL’ANIME POKEMON
  • Libri di Takeshi Shudo  (contiene anche i link delle fonti)
  • Rivista “Pokémon Mania” (chicca su Rica Matsumoto)


Firma anche tu la petizione per dire basta ai reboot di Ash nell’anime Pokémon! Bastano pochi secondi e puoi scegliere di restare anonimo, nascondendo pubblicamente i tuoi dati!

Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.

Profilo psicologico di Ash Ketchum

english icon_Satoshipedia_okNell’articolo “La personalità solare e positiva di Ash” abbiamo parlato nel dettaglio di ciò che contraddistingue Ash Ketchum, ovvero il suo carattere gentile, empatico e positivo, tuttavia il suo profilo psicologico necessita di essere illustrato in maniera più approfondita, parlando nello specifico di tutte le sfaccettature che lo caratterizzano. Per fare ciò é utile avvalersi anche dei testi delle sigle giapponesi dell’anime pokémon.

I testi delle sigle in Giappone sono strutturati in modo diverso rispetto ai nostri e questo é ciò li rende più apprezzati: di fatto essi si concentrano più sulle emozioni e sulle sensazioni dei protagonisti.

Esaminando perciò i testi delle sigle dell’anime pokémon, in particolare quelle cantate da Rica Matsumoto (la voce giapponese di Ash, che interpreta le sigle sempre nei panni del suo personaggio), emerge un quadro molto interessante, seppur già intuibile negli episodi, della psicologia di Ash. Quelle che leggerete sparse nella rubrica, sono tutte citazioni di Ash tratte dalle sigle.

Come tutti sappiamo, Ash é presentato come un ragazzo molto particolare: dall’animo nobile, gentile, positivo e all’occorrenza anche dolce. kiuyhfgyyDimostra una spiccata saggezza riguardo al modo di affrontare la vita e le relative difficoltà che vi si presentano, infatti é un punto di riferimento per tutti i suoi amici, che lo considerano un po’ lo psicologo del gruppo e si avvalgono proprio dei suoi insegnamenti per superare le loro insicurezze.

“Il coraggio é la chiave che apre tutte le porte
Lo abbiamo sempre avuto nelle nostre mani”
(Challenger – Opening 7 )

vlcsnap-2015-11-12-00h24m21s429

“Tra lacrime e sorrisi, non sei solo
Io ci sarò sempre e per sempre a tirarti su”
(Spurt – Opening 10)
“Voglio aiutarti, voglio proteggerti nei momenti dolorosi”
(Challenger – Opening 7)
“OK! Ingoia le tue paure!”
(Ok – Opening 3)

vlcsnap-2015-11-12-00h19m27s209

“Difficoltà e Opportunità sono facce della stessa medaglia”
(Challenger – Opening 7)
“Questo germoglio rappresenta i nostri sogni
Non è ancora cambiato, ma
Poco a poco fiorirà …
Posso sentirlo”
(The Rivals – Opening 2)

vlcsnap-2015-11-11-23h23m13s601

In pratica, Ash é dolce e gentile, ma allo stesso tempo é anche coraggioso e determinato.

Un’altra famosa caratteristica di Ash é il suo vigore. Spesso subisce attacchi da pokémon in stato confusionale o fa da scudo ai suoi amici per proteggerli e anche se si procura delle ferite non si ferma mai, continuando imperterrito nel suo aiuto, persino a costo di rimetterci la vita.vlcsnap-2015-11-12-00h33m02s414

vlcsnap-2015-11-12-01h41m26s3478Ash non si lamenta mai più di tanto per il dolore, se lo fa significa che sta male sul serio, come ad esempio negli episodi “L’alga curativa” (serie Oltre i Cieli dell’Avventura), “Come domare un Pokémon (serie Johto League Champions) e “Lotta a tutto volume!” (serie XYZ). Generalmente, se non si sente bene, per non far preoccupare chi gli sta accanto tende a sminuire il problema, dicendo che va tutto bene, anche se in realtà non é così.

“Ci sono lacrime salate sulle guance, ma
Asciugarle mi renderà forte
Dimenticherò il dolore e le ferite
Ma non i miei ricordi importanti”
(Challenger – Opening 7)

Tuttavia, dato che Ash ha questa personalità così bonaria e rassicurante, nessuno si aspetterebbe che lui possa diventare acido e scontroso, eppure esistono dei casi in cui Ash rivela un lato inaspettato del suo carattere, che spesso lascia di stucco non soltanto i suoi stessi compagni di viaggio, ma anche gli spettatori degli episodi.

vlcsnap-2015-08-23-17h14m54s720Ash in realtà si tiene sempre tutto dentro, non vuole mai parlare a nessuno dei suoi problemi e se qualcuno prova ad insistere affinché lo faccia, lui finisce sempre per arrabbiarsi. Quando é molto triste, nervoso o peoccupato per qualcosa (in particolare per Pikachu, ma anche per gli altri suoi pokémon), Ash può diventare irriconoscibilmente scontroso, acido e antipatico (come occasionalmente lo definivano Misty, Vera e Lucinda) arrivando anche a offendere o essere piuttosto sgarbato.vlcsnap-2015-08-23-17h12m35s948 In questi casi anche solo rivolgergli la parola potrebbe provocare una sua cattiva reazione. Per questo Brock, conoscendo molto bene Ash, a volte si ritrovava a dover bloccare chi voleva provare a parlargli per cercare di calmarlo o peggio ancora per rimproverarlo.
In questi casi Ash ha bisogno di stare da solo, gli unici che possono avvicinarlo sono i suoi pokémon. Generalmente in questo modo si calma e a quel punto possono subentrare gli altri suoi amici.vlcsnap-2015-08-23-16h24m21s053
In alcune rare occasioni Ash é arrivato a rispondere male persino a Brock, verso cui ha sempre nutrito profonda stima e rispetto. Nell’episodio “Il lupo di mare” (serie Advanced) Ash, nervoso per aver perso il traghetto diretto a Bluruvia, si é rivolto a Vera in maniera molto acida.vlcsnap-2015-08-23-16h23m31s430 La ragazza, non aspettandosi una reazione simile da parte di Ash, ci é rimasta piuttosto male.

Negli episodi “Doccia fredda sul campo lotta ghiacciato!” e “Ritrovare la diritta via nella foresta!” della serie XYZ, Ash ha nuovamente avuto un momento di crisi e come suo solito ha chiesto di essere lasciato solo. Serena però, preoccupata per lui, é andata comunque a cercarlo ed ha premurosamente tentato di risollevargli il morale. Tuttavia, come ben sappiamo, Ash in questi momenti é inavvicinabile e ovviamente le si é rivoltato contro in modo decisamente severo.

800709

Serena, non aspettandosi una simile reazione da parte di Ash, é scoppiata in lacrime e ha iniziato a lanciargli addosso palle di neve, rimproverandogli di non riconoscerlo più. Questo gesto ha finito per aiutare Ash a ritrovare se stesso.

4364

Da notare che il carattere di Ash ha subito un miglioramento nel corso degli anni: di fatto nelle prime serie era spesso molto arrogante, ma con gli anni é maturato fino a diventare generalmente gentile e premuroso come lo conosciamo ora. Negli episodi recenti, infatti, é piuttosto raro vederlo innervosirsi e rispondere male agli amici. In particolare nella serie XY, Ash si dimostra molto più paziente anche con chi è alle prime armi e anzichè infuriarsi (come faceva con Lucinda all’inizio della serie Diamante&Perla) preferisce fare dei rimproveri costruttivi.

Una piccola chicca: nella versione Giapponese della prima serie Ash era spesso molto antipatico nei confronti di Misty. La maggior parte delle volte che lei lo rimproverava o tentava di dargli dei semplici consigli, Ash le rispondeva: “urusai na” (termine che in Giappone si usa per zittire qualcuno), ma nella versione occidentale degli episodi la maggior parte di questi dialoghi sono stati totalmente modificati o addirittura rimossi.

vlcsnap-2015-11-11-23h26m32s963Ash è molto impulsivo, infatti se è nervoso o di cattivo umore tende ad arrabbiarsi per un nonnulla, tuttavia allo stesso tempo sa essere molto paziente.
Prendiamo ad esempio Paul, rivale di Ash nella serie Diamante&Perla. Nonostante Paul lo insultasse spesso, Ash era sempre gentile con lui. 213iopOvviamente sul momento Ash gli rispondeva a tono e sapeva farsi rispettare, tuttavia poco dopo tentava sempre di avvicinare Paul e di stringere in qualche modo amicizia con lui.
Tante volte Paul lo insultava, altrettante volte Ash cercava di essere gentile con lui. Questa è una caratteristica che sottolinea la personalità di Ash.

Ash tende anche ad essere molto più paziente con chi è costantemente gentile con lui, come se percepisse che in certi casi una sua cattiva reazione potrebbe offendere particolarmente la persona che ha accanto.

A propisito di percezione, Ash é particolarmente noto anche per la sua empatia, é infatti possibile notare negli episodi che possiede una sorta di “sesto senso” grazie al quale riesce a capire immediatamente se qualcuno si sente triste o demoralizzato. Ad esempio, nell’episodio “Stretegia vincente!” (Serie DP Battle Dimension) Lucinda, profondamente delusa per la sconfitta alla Gara Pokémon di Flemminia, stringe nervosamente i pugni. Ash_Dawn_angryAsh la nota subito e capisce che in realtà qualcosa non va, nonostante la ragazza dicesse di stare bene.

Sebbene Ash sia totalmente ingenuo sulle questioni amorose, riesce comunque a “percepire” quando una persona tiene particolarmente a lui (come già accennato).
Per citare un esempio recente: nel caso di Serena, Ash ovviamente non ha capito che é innamorata di lui, tuttavia capisce o percepisce che Serena tiene davvero tanto alla sua amicizia. XY059_clip2Ecco perché Ash nei suoi confronti adotta molti atteggiamenti premurosi, tipo farle dei complimenti o addirittura dei regali, come visto nell’episodio “Sotto l’albero dell’amicizia” (serie XY Kalos Quest). Serena é ovviamente la più presente tra le ragazze che hanno dimostrato apertamente amore per Ash, quindi é più facile portarla ad esempio, ma Ash ha dimostrato atteggiamenti simili anche nei confronti di altre ragazze innamorate di lui (come ad esempio Meringa, Melody, Cetra, Macy e via dicendo).

Ash ha inoltre rivelato di riuscire a capire cosa provano i suoi pokémon, come se sentisse le stesse cose che sentono loro (per citare proprio le sue esatte parole).

“Forza, gentilezza, sorrisi smaglianti
Li cercherò con la mappa del mio cuore”
(Challenger – Opening  7)

Passiamo ad altro, Ash é famoso per essere testardissimo, é la princiale caratteristica per cui tutti lo conoscono. Deciso, determinato, il suo motto é “saigo made akirameru na” (letteralmente: “non mollare mai fino alla fine“), talmente traboccante di ottimismo che gli viene del tutto naturale trasmetterlo e incoraggiare chi ne ha bisogno.

“Afferro stretta la tua mano e ti porterò lontano”
(Ready Go – Opening 5)
“Ho sete, ho fame
Ma anche così la mia forza ribolle
Le ferite pulsano, il mio sudore vola
Ma riesco a vedere chiaramente
[…]
La foresta é buia, non c’é alcun sentiero
Ma anche così il mio coraggio é traboccante
Le montagne sono alte, le valli sono profonde
Ma ovviamente, io sono tutto un fuoco!
[..]
Annoderò bene i lacci delle scarpe
E manterrò la promessa fatta al futuro me stesso!”
(Spurt – Opening 10)

vlcsnap-2015-11-12-00h26m37s097

“Se continuerò a camminare sui miei piedi stanchi
Sarà un passo avanti verso il mio sogno”
(Challenger – Opening 7)

Ma Ash ce li ha mai dei momenti di cedimento? La risposta é sì.  A chiunque può capitare di demoralizzarsi in seguito a delusioni o sconfitte, ovviamente anche ad Ash.

“Ti ricordi chi ha vinto?”
Ora, guarda!
Posso ridere mentre parlo con te
“L’ho dimenticato!”, ho detto fingendo di niente
(The Rivals – Opening  2)

vlcsnap-2015-11-12-00h22m30s459Come viene reso noto anche nei testi delle sigle giapponesi, Ash impone a se stesso di essere sempre positivo e determinato, perché in realtà dentro di sé nasconde alcune insicurezze, descritte nelle sigle e mostrate in alcuni episodi, quando Ash si scoraggia all’apparenza inaspettatamente. Un esempio é nell’episodio Latte per tutti” (serie Johto League Champions) quando dopo essere stato sconfitto per la prima volta da Chiara, Ash si é posto il dubbio di mollare tutto e tornare a casa.

“Anche se avevo iniziato a rinunciare
Non c’era alcuna ragione per me di farlo
Il sole del mattino illumina chiaramente il mio cammino”
(Ok – Opening 3)
“Metto in valigia il mio entusiasmo e la mia energia
Anche oggi, lo giuro!
[…]
Non posso girarci intorno, non posso mentire
Non posso deprimermi, non posso rinunciare, io credo
Non voglio correre, non voglio confondermi, io sempre
Ambirò a quel sogno lontano”
(Challenger – Opening 7)

vlcsnap-2015-11-12-00h24m53s289

Come già spiegato anche nell’articolo “La personalità solare e positiva di Ash“, nella serie DP é stato inserito un personaggio che ha messo realmente a dura prova la positività di Ash: Paul.

Paul é un allenatore dai metodi molto freddi, severi e intransigenti. vlcsnap-2015-11-12-01h04m02s062Trattava i suoi pokémon con estrema durezza. Ash ovviamente era del tutto contrario a questi suoi metodi, perché sa bene che i pokémon vanno trattati con gentilezza, perciò dapprima con atteggiamento sicuro, affrontava Paul appositamente per fargli capire ciò…eppure, Ash continuava a perdere contro di lui. Dopo la pesante sconfitta subita al Lago Arguzia Ash é letteralmemte crollato e ha iniziato a chiedersi se per caso stava sbagliando tutto. dp 59Le inquadrature che non mostrano il volto di Ash per tutto il finale dell’episodio “Strategie in evoluzione!” (serie DP Galactic Battles)  accentuano il suo stato d’animo in quel momento. Fortunatamente, come tutti sappiamo, Ash non ha mai deciso di arrendersi, riuscendo infine a rendere Paul più gentile nei confronti dei pokémon.

“Perdere è così deludente
che sto tremando, ma,
Il mio pugno chiuso si allenta
Mi asciugo il sudore sui miei jeans, stringiamoci la mano!”
(The Rivals – Opening 2)

vlcsnap-2015-11-11-22h31m12s417

“Sono così felice di aver vinto
Ho voglia di piangere, ma
Sia vincere che perdere sono importanti
Dev’esserci qualcosa di vero in questo!”
(The Rivals – Opening 2)

Ash tende a demoralizzarsi di più quando si sente solo.2yufz2g.jpg
Sebbene abbia trascorso l’infanzia a giocare per conto suo, negli episodi si é più volte lasciato sfuggire che odia la solitudine. La definisce “molto dura” e “motivo di sofferenza”, descrivendola come se l’avesse provata sulla sua stessa pelle. Ciò lascia capire che durante la sua infanzia Ash si sia sentito parecchio solo, nonostante, come al solito, non abbia quasi mai lasciato trasparire nulla.

“Mi guardo indietro ripensando a ieri
C’erano lacrime, ma non mi interessa
Faccio un passo verso il futuro
[..]
Non c’é tempo per la tristezza, sarebbe come ripetere il passato”
(Ready Go – Opening 5)

hlopgi

Anche se ho ricordi
Di un paio di cose dolorose
Non li noto nemmeno
Come se cadessero da un buco nello zaino”
(Type:Wild – Ending 5)

I versi che avete appena letto potrebbero anche riferirsi a quando Ash vedeva piangere sua madre, a causa della loro situazione famigliare.

Alla fine della saga di Johto (quindi dopo il primo distacco da Misty e Brock) Ash si era intristito parecchio, perciò Pikachu ha provveduto a fargli capire che non sarà mai più solo, dato che ora ha accanto lui che é il suo migliore amico.skuql5.jpg

La solitudine é molto ricorrente nei testi delle sigle giapponesi, da essi infatti, così come rivelato anche negli episodi, risulta particolarmente chiaro che si tratta di qualcosa che spaventa e fa star male Ash.

Io non sono solo,non sono sperduto finché ho una strada da percorrere”
(Challenger – Opening 7)

vlcsnap-2015-11-12-00h23m28s795

“Le parole dei miei amici, guarda
Sono più rassicuranti di quanto pensassi
Sono estremamente calorosi, così tanto che mi fanno piangere”
(Spurt – Opening 10)

Concludiamo la rubrica soffermandoci un po’ su quali sono le cose che fanno arrabbiare o infastidiscono Ash.

vlcsnap-2015-11-12-01h09m50s993Lui perde le staffe molto difficilmente, é capitato pochissime volte (impressionando i suoi amici, infatti) ma non ha mai assunto atteggiamenti isterici. Uno degli unici casi può essere nell’episdio “Vecchie conoscenze” (serie Always Pokémon), in cui il Team Rocket rubò il cibo dal Centro per Pokémon  dopo che Ash era stato a digiuno dal giorno prima (Misty infatti commentò stupita: “di solito Ash non si arrabbia mai così“), ma a parte simili simpatiche gag, il suo massimo sfogo di rabbia é stato azzuffarsi con Lucario nel film “Lucario e il mistero di Mew“, oppure dare nervosamente un pungo a un vetro nell’episodio “Un folle fiasco in fabbrica” (serie XY Kalos Quest).
Ash ha spiegato diverse volte quali sono le cose che lo fanno infuriare o, come dice lui, “lo mandano in bestia”, due di esse le abbiamo ritrovate nei casi sopra citati:

Sapere di persone che rubano o sfruttano i pokémon per denaro o loschi scopi.
Stare troppo tempo lontano da Pikachu, specialmente se é in pensiero per lui
Le persone saputelle
Rubargli il cibo


Firma anche tu la petizione per dire basta ai reboot di Ash nell’anime Pokémon! Bastano pochi secondi e puoi scegliere di restare anonimo, nascondendo pubblicamente i tuoi dati!


Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.

Metodo di allenamento e stile lotta di Ash

english icon_Satoshipedia_okAsh sostiene che lui e i suoi pokémon sono come una grande famiglia e questo influisce sul suo metodo di allenamento, basato principalmente sulla fiducia e sull’incoraggiamento dei suoi pokémon, per sviluppare i loro punti di forza.

Molti allenatori sono portati a pensare che per rendere più forte un pokémon bisogna lavorare sui suoi punti deboli, ma Ash ha capito che la cosa migliore é utilizzare i punti di forza di un pokémon per coprire le sue debolezze.

Per citare un esempio: quando il suo Turtwig si é evoluto in Grotle non é stato più in grado di muoversi velocemente come prima, perciò Ash ha aiutato il pokémon a cambiare il suo stile di lotta lavorando sulla resistenza, in modo che Grotle potesse assorbire i colpi, anziché schivarli, per poi attaccare al momento giusto.

 

Sebbene Ash trasmetta molta fiducia e positività ai suoi pokémon (al punto da essere disposto persino a fare da bersaglio delle loro mosse pur di aiutarli), in allenamento spesso diventa severo e intransigente: non pretende che i suoi pokémon si sfianchino o  sacrifichino in alcun modo, però esige impegno e buona volontà, sostenendo che non bisogna mai arrendersi e che l’evoluzione non potrà mai sostituire del sano lavoro.

A proposito di evoluzioni, Ash con i suoi pokémon é sempre stato molto comprensivo anche in questo: non obbliga mai un pokémon ad evolvere, specie se contro la sua volontà, anche perché sostiene che un pokémon possa diventare potentissimo lo stesso, se lo si allena con pazienza e amore (il che nella serie animata é possibile, essendo diversa dal videogioco).

Una delle più grandi abilità di Ash é quella di saper ideare tattiche di lotta basandosi su incontri di terze persone, per poi personalizzarle e potenziarle a modo suo. Un chiaro esempio di ciò é il Controscudo, la tecnica più importante di Ash, a cui é arrivato dopo aver potenziato di volta in volta due tecniche ideate da Lucinda: l’Avvitamento e il Geloacquagetto.

L’Avvitamento consisteva nel far ruotare i pokémon per evitare elegantemente ed efficacemente dei colpi. Ash ebbe l’idea di potenziare questa tecnica con rotazioni su più direzioni, con cui diede vita a una spettacolare lotta alla prima  palestra di Sinnoh.

 

In seguito, a Lucinda venne l’idea di usare Geloraggio per trasformare l’Acquagetto del suo Buizel in un proiettile di ghiaccio, ma non riusciva mai ad ottenere l’effetto desiderato. Quando Buizel é diventato il pokémon di Ash (in seguito allo scambio con Lucinda), lui ha capito che per far riuscire la tecnica era necessario che Buizel eseguisse una rotazione, in tal modo é riuscito a portare a termine la mossa, che é stata rinominata “Geloacquagetto”. La stessa Lucinda ha affermato:  “Si, vero, l’ho ideata io…ma ci é voluto il tocco esperto di Ash per metterla in pratica!”.

L’ultimo livello a cui Ash ha portato queste rotazioni é il Controscudo, una tecnica totalmente ideata da lui che consiste nell’annullare un attacco avversario usandone un altro, in modo da attaccare e difendersi al tempo stesso. Originariamente é stato studiato per contrastare l’ipnosi della capopalestra Fannie.

L’idea é venuta ad Ash quando ha visto l’Ambipom di Lucinda contrastare il canto di un Delcatty usando il Doppiosmash. A quel punto il ragazzo ha pensato di potenziare questa strategia, applicandola alla tattica dell’avvitamento: ruotando e contemporaneamente lanciando i loro attacchi speciali, i pokemon avrebbero creato una sorta di barriera con cui avrebbero bloccato la mossa ipnosi, e contemporaneamente attaccato il pokemon avversario.

Durante l’incontro con Fannie, si é venuta a creare una situazione che ha portato Ash a svelare un’ulteriore caratteristica del suo Controscudo: bloccare non solo l’ipnosi, ma anche altre mosse, come Neropulsar. Questo ha colto alla sprovvista la capopalestra, che dopo aver visto il Controscudo ha pensato di mettere in difficoltà Ash schierando in campo il suo Mismagius, pokemon non in grado di usare l’ipnosi.

Il motto di Ash é: “la miglior difesa é l’attacco“, che si riflette, infatti, anche nella tecnica del Controscudo che ha ideato. Generalmente Ash preferisce usare degli attacchi come difesa, anziché schivare i colpi, ma ovviamente é molto abile anche in questo: Ash insegna sempre ai suoi pokémon ad aspettare fino all’ultimo secondo prima di schivare una mossa, per cogliere di sorpresa gli avversari.

Negli episodi é stato reso molto chiaro che Ash é anche piuttosto bravo in fisica: in molte occasioni ha fatto ricorso a leve, calcoli di spinte, forze e accelerazioni, combinazioni di elementi naturali eccetera.

Ash é infatti noto a tutti per essere un abilissimo stratega, che riesce ad ideare delle strategie improvvise, a cui nessuno oserebbe neanche pensare, quando si trova in situazioni critiche, spiazzando l’avversario che abbassa la guardia credendo di aver vinto. La maggior parte di queste strategie improvvise si basano sul controllo del campo lotta, che Ash riesce sempre ad usare a vantaggio dei propri pokémon (ad esempio far pattinare Chimchar su una Geloscheggia perché non riusciva a muoversi su un terreno ghiacciato, o usare delle rocce come se fossero alberi per far spostare velocemente il suo Treecko, che é un pokémon abituato a muoversi nelle foreste).

A tal proposito, Brock ha sottolineato più volte che ottenere il controllo totale del Campo Lotta é qualcosa in cui Ash é sempre geniale, quando lo fa diventa praticamente imbattibile.

Le abilità di stratega di Ash sono visibili anche in altre situazioni: talvolta finge di essere in difficoltà o di aver fatto un errore e tiene nascoste fino all’ultimo alcune tecniche dei suoi pokemon per far abbassare la guardia agli avversari. Ash in battaglia é estremamente furbo, molto più di quanto sembra ed é molto difficile riuscire a ingannarlo, come ha detto, per fare un esempio, la stessa capopalestra Fannie.

Una cosa che Ash raccomanda sempre a chi gli chiede consiglio sulle lotte é quella di mantenere la concentrazione: non bisogna mai distrarsi e pensare ad altro, bensì cercare il più possibile di essere in sintonia col proprio pokémon, sia per riuscire a capire quando é arrivato al limite, sia per avere i riflessi pronti in ogni situazione.


Firma anche tu la petizione per dire basta ai reboot di Ash nell’anime Pokémon! Bastano pochi secondi e puoi scegliere di restare anonimo, nascondendo pubblicamente i tuoi dati!


Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.

Focus: L’infanzia di Ash

english icon_Satoshipedia_ok

L’infanzia di Ash

Da bambino Ash era molto vivace e dispettoso, infatti adorava giocare in giro e combinare guai. Delia lo rimproverava quando causava troppi problemi, ma non lo ha mai costretto a focalizzarsi sui suoi studi.5476

La maggior parte delle informazioni che state per leggere provengono dai famosi libri scritti dal creatore della serie animata, su cui potete leggere delle informazioni a QUESTO LINK.
QUI per altri interessanti dettagli sull’infanzia di Ash e il suo rapporto con la mamma Delia

Ash iniziò a diventare pestifero intorno ai tre anni di età. Spesso Delia per farlo stare buono fingeva di mettersi a piangere. Ash però era anche un bambino dolcissimo, infatti  in uno di questi momenti é capitato che Delia finisse per piangere sul serio, perché non poteva fare a meno di ripensare al fatto di essere una giovanissima madre single. A quel punto, Ash smise immediatamente di fare macello, si avvicinò a Delia e semplicemente chiedendole «Mamma che c’é che non va? Stai bene?» riuscì a consolarla. Delia si sentì molto confortata da questo gesto di Ash, infatti lei sentiva spesso la necessità di dirgli «Grazie tesoro».

Ash ha frequentato la materna e le elementari a Biancavilla, a differenza di Gary che scelse di sua iniziativa di iscriversi alla scuola elementare della città vicina. Essendo lui della famiglia Oak, non voleva limitarsi a frequentare la piccola scuola elementare di Biancavilla. Così, ogni giorno Gary si faceva due ore di viaggio per andare e tornare da scuola.

Ash non sopportava Gary, ma allo stesso tempo non dava più di tanto peso ai suoi atteggiamenti di superiorità, perché in un certo senso era comprensivo nei suoi confronti: «Gary è un cretino egocentrico che guarda gli altri dall’alto in basso solo perché fa parte della famiglia Oak. É sempre pieno di sé, benché il lignaggio sia l’unica cosa di cui può vantarsi. Però deve essere dura per lui dimostrarsi all’altezza dei suoi antenati…» Questi erano i pensieri che ad Ash di tanto in tanto venivano in mente riguardo a Gary.

Allo stesso tempo però, dato che il padre e il nonno di Ash erano dei completi falliti, é molto probabile che Gary considerasse anche Ash pietoso come loro.

Ash e il bullismo

Alla materna e alle elementari Ash é stato preso di mira dai bulli. Quando questi lo infastidivano, Ash andava direttamente dagli insegnanti o dai padri dei bulli, per chiedere loro di sgridarli. Se i padri non lo ascoltavano, Ash si assicurava che i bulli venissero rimproverati almeno dall’insegnante.

Il problema del bullismo fu risolto definitivamente da Delia, che parlando con i padri dei bulli li spronò a risolvere i loro problemi coniugali. Con una famiglia più serena i bulli pian piano finirono per smettere di prendere di mira Ash, che felice tornò a dedicarsi solamente alle sue marachelle.

Ash giocava sempre per conto suo, divertendosi con giochi abbastanza pericolosi come arrampicarsi sugli alberi e scendere dalle colline su tavole di legno (da questo infatti, deriva la sua grande agilità). Amava anche pescare e cercare insetti.

Nonostante ciò, Ash ha più volte affermato di odiare la solitudine, descrivendola come “molto dura” e “motivo di sofferenza”, come se avesse provato tali sensazioni sulla sua stessa pelle. Questo lascia capire che Ash durante l’infanzia si sia sentito parecchio solo, benché non abbia quasi mai lasciato trasparire questa sua tristezza. Ciò é anche confermato nei testi di alcune sigle giapponesi.

Di solito i testi delle sigle giapponesi parlano delle emozioni dei protagonisti, In QUESTO ARTICOLO abbiamo approfondito tutti gli aspetti caratteriali e psicologici di Ash anche avvalendoci di essi.

Voce di Ash da bambino:

Il piccolo Ash e suo padre

L’infanzia di Ash è stata fortemente segnata dall’assenza del padre. Ash non lo ha mai conosciuto, se non tramite fotografie e racconti della madre, la quale veniva continuamente sommersa di domande che lo riguardavano: «Dov’é Papà?» «Cosa sta facendo in questo momento?» Delia ovviamente non sapeva rispondere a queste domande, perciò si limitava a raccontargli che fosse un allenatore di pokémon straordinario, finché un giorno, in cui Ash aveva 5 anni, é stata costretta a confessargli di aver detto delle bugie, perché dato che nessuno aveva più saputo niente di quest’uomo, non si sapeva neanche se fosse diventato effettivamente un bravo allenatore.

Quello stesso giorno ad Ash fu regalato un computer, grazie al quale avrebbe potuto verificare tramite internet se suo padre avesse ottenuto successi come allenatore, ma purtroppo non trovò niente.

Tuttavia Ash non rimase mai profondamente scioccato dalla mancanza di suo padre, per merito del suo fortissimo carattere. Ciò é stato un sollievo per Delia. A tal proposito, come spiegato da Shudo, probabilmente il carattere di Ash sarebbe diverso se avesse conosciuto il padre.

Delia aveva sempre desiderato diventare un’allenatrice di pokémon, perciò di tanto in tanto mormorava: «Il padre e il nonno di Ash in questo momento sono in viaggio da qualche parte con l’obiettivo di diventare allenatori di Pokemon…come li invidio… »

Durante l’infanzia di Ash, questa frase gli è arrivata talmente tante volte alle orecchie, da fargli scattare il forte desiderio di diventare un allenatore di pokémon.

Potete leggere il capitolo integrale con i dialoghi tra Ash e Delia a QUESTO LINK

Ash e il prof. Oak

Inizialmente, Ash non conosceva molto il prof. Oak, lo aveva solo visto, alcune volte, andare di notte alla locanda della madre (in cui si soffermava semplicemente per mangiare cibi precotti mentre leggeva un libro). Dato che a  quell’ora Ash doveva essere già a dormire, non  aveva molte occasione di parlare con il professore. Con il tempo lo ha conosciuto meglio, dal momento che è un caro amico della madre e il nonno del suo coetaneo Gary, perciò le due famiglie passavano molto tempo assieme, andando persino al cinema.

Ash e Serena al Campo Estivo

In seguito il prof. Oak organizzò un campo estivo sui pokémon, a cui ovviamente Ash partecipò, dove conobbe Serena, che anni dopo ha rincontrato nella regione di Kalos.

 

Serena era caduta, facendosi male ad un ginocchio, ma a quel punto intervenne Ash, che molto dolcemente le legò un fazzoletto al ginocchio e la aiutò a rialzarsi, riaccompagnandola al campo, da cui si era persa. La bambina, colpita dalla gentilezza di Ash, si prese immediatamente una cotta per lui, ma purtroppo, terminato il campeggio, non ebbe più modo di rivederlo.

Chicche sull’infanzia di Ash

> Da piccolo quando comunicava usando il computer o quando provava a darsi delle arie, Ash si riferiva a se stesso col pronome “boku“, ma generalmente utilizza sempre “ore”

> Spesso e volentieri Delia chiedeva l’aiuto di Ash per il lavoro in giardino. Tuttavia, Delia gli faceva svolgere così tanto lavoro che Ash non riusciva nemmeno a studiare.

> Nelle versioni occidentali dell’anime, Ash da bambino era soprannominato “Il Piccolo Ash”, per via della sua (tutt’ora) scarsa statura. Tale nome era utilizzato soprattutto da Gary, come mostrato nella prima serie dell’anime in cui lo utilizzavano anche il Team Rocket e Misty (la quale aggiungeva anche altri nomignoli come “Piccolo Saputello Impertinente” o “Piccolo Egoista” eccetera).

> Poco prima della sua partenza, Ash ha trascorso ben 10 giorni a cercare di trovare la sua caratteristica posa di vittoria (che accompagna sempre il suo “Getto Daze!”). 

Inoltre, prevedendo di iniziare il suo viaggio con BulbasaurCharmander o Squirtle, aveva pensato a dei soprannomi per questi tre pokémon, rispettivamente: DanesukeKagetarou e Zenibou.


Firma anche tu la petizione per dire basta ai reboot di Ash nell’anime Pokémon! Bastano pochi secondi e puoi scegliere di restare anonimo, nascondendo pubblicamente i tuoi dati!


 

Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.

Focus: Crescita di Ash: com’é cambiato e maturato nel corso degli anni

english icon_Satoshipedia_ok

Crescita di Ash

Col passare degli anni e col progredire della storia una psicofisica crescita di Ash c’é oggettivamente stata e questo é un dato di fatto.

Scorrendo gli episodi é impossibile non notare che nelle prime serie Ash aveva dei comportamenti totalmente diversi da ora, che risulta inequivocabilmente più maturo.

Importante: Per comprendere meglio questo articolo é necessario aver letto prima quello riguardante l’età di Ash in ogni serie, a QUESTO LINK)

Ad esempio nelle prime stagioni Ash spesso e volentieri si vantava dei piccoli successi che aveva ottenuto assumendo un atteggiamento di arroganza tipicamente infantile, mentre ora, essendo maturato, non si sogna nemmeno di comportarsi così e addirittura rimprovera (a suo modo) chi commette questo errore.

Anche il modo di ragionare di Ash e il modo di rapportarsi con gli altri sono visibilmente cambiati rispetto alle prime serie, questo lo ha indubbiamente notato chi ha sempre seguito assiduamente l’anime. Non a caso, infatti, il libro “The Japanification of Children’s Popular Culture” ha citato Ash sottolineandone crescita e sviluppo nel corso dell’anime.

Vediamo ora nello specifico come Ash é cambiato negli anni.

 Ash nella prima serie

 

Nella prima serie, Ash aveva appena iniziato il suo viaggio. Per essere soltanto agli esordi della sua carriera di allenatore e pur non essendosi mai impegnato nello studio dei pokémon quando andava a scuola, dimostrava di conoscere bene gli attacchi che ogni pokemon era in grado di usare.

Si notava anche il suo talento per le lotte pokémon, benché fosse ancora acerbo e necessitasse di essere sviluppato a dovere, in quanto Ash era ancora goffo ed inesperto; per questo nelle lotte pokémon aveva sempre bisogno dei suggerimenti di Misty e Brock, che anche al suo primo torneo della Lega Pokémon sedevano a bordo campo come assistenti.

Gli atteggiamenti di Ash erano ovviamente infantili, infatti ad ogni minimo successo tendeva a diventare vanitoso (risultando spesso abbastanza antipatico) ed euforico, ma quando non faceva lo spiritoso si rivelava anche piuttosto tenero.

Ash é sempre stato un ragazzo gentile ed educato, tuttavia diceva sempre quello che pensava e il che lo rendeva sincero, ma alquanto sfacciato.

A quei tempi era anche molto dispettoso, specialmente nei confronti di Misty che spesso non apprezzava affatto  il suo umorismo. Questa caratteristica gli é rimasta tutt’ora, perché essere burlone fa parte proprio della sua personalità ma, naturalmente, non più ai livelli di quando era piccolo.

Il coraggio, ovviamente, é una qualità che ha sempre avuto, anche se nella prima serie era un po’ piagnucolone e, benché non volesse ammetterlo, era terrorizzato dai luoghi “spettrali”.

Voce di Ash nella prima serie:

Ash nelle serie di Orange e Johto

 

Già a partire dalla Lega di Orange si é iniziata a vedere una piccola maturazione negli atteggiamenti di Ash, sebbene ogni tanto continuasse ad assumere atteggiamenti vanitosi (questa cosa é andata avanti fino alla serie Advanced).

Voce di Ash a Johto:

Per quanto riguarda la voce di Ash, noi Italiani abbiamo la grande fortuna di aver sempre avuto il mitico Davide Garbolino a interpretarla, che in tutti questi anni ha, mano a mano, cresciuto la voce di Ash. Non sono da meno anche i doppiatori degli altri stati però: anche Rica Matsumoto, la doppiatrice giapponese di Ash, avendo una voce molto mascolina, per quanto le é stato possibile ha eseguito una crescita di Ash nella voce.

Parlando della versione inglese, nelle prime serie la sua doppiatrice era Veronica Taylor, che dava ad Ash una voce infantile, consona a quella che era la sua età, mentre a partire dalla serie Battle Frontier é stata sostituita con una voce più matura, seppur pur sempre di una ragazza: Sarah Natochenny (QUI per ascoltare le voci).

Nella serie di Johto, sebbene Ash molto spesso continuasse ad assumere atteggiamenti vanitosi, stavolta a suo favore c’era il fatto che anche come allenatore era maturato sul serio: é infatti a partire da questa parte dell’anime che ha iniziato a venire fuori il suo famoso talento di stratega, dimostrandosi abilissimo nell’uscire da situazioni critiche utilizzando le sue, ormai famose, strategie improvvise (per approfondire andare a QUESTO LINK) che nella maggior parte dei casi si basavano sullo sfruttamento del campo lotta.

Durante la Conferenza Argento (Lega di Johto), Misty e Brock continuavano a sedere a bordo campo come assistenti, ma non davano quasi più consigli ad Ash, che dimostrava di non averne più bisogno.

Per quanto riguarda il carattere, ha iniziato anche a consolidarsi la sua dolcezza, visibile soprattutto nei Confronti dei suoi pokémon, che consolava e coccolava amorevolmente specialmente se erano tristi o spaventati. Ciò ha conquistato il cuore della sua Chikorita (attualmente Bayleef) che in molti casi assumeva anche degli atteggiamenti di gelosia nei confronti di Ash.

Nel corso di questa serie hanno iniziato anche a diminuire i litigi tra Misty e Ash, infatti, quest’ultimo, specialmente nella seconda metà di questa saga, é diventato sempre più dolce e premuroso anche nei confronti di Misty (e ovviamente viceversa), fino ad arrivare all’apice, nell’episodio in cui si sono separati.

Ash nella serie Advanced

 

Dopo aver finalmente sconfitto Gary e dopo aver salutato gli amici che lo avevano accompagnato nel suo viaggio fino a Johto, Ash appariva leggermente spaesato, perché a partire da quel momento avrebbe dovuto cavarsela da solo, ma essendo estremamente positivo, ha colto la palla al balzo per quello che ha considerato un nuovo inizio: ha lasciato a casa tutti i suoi pokémon eccetto Pikachu ed é partito alla volta della regione di Hoenn, per poter iniziare una nuova avventura, ma stavolta cavandosela da solo.

Arrivato nella nuova regione, la compagna di viaggio di Ash é diventata Vera, un’allenatrice alle prime armi, inizialmente molto goffa e impacciata, infatti a partire da questa serie Ash ha iniziato ad assumere il ruolo di allenatore veterano (seppure all’inizio un po’ goffamente), aiutando Vera con consigli e istruzioni sulla vita degli allenatori di pokémon: ruolo che nei confronti di Ash ricoprivano precedentemente Misty e Brock. Verso la metà di questa generazione, Ash ha smesso definitivamente di assumere atteggiamenti vanitosi, dando addirittura dei saggi consigli in proposito a Vera che, ad un certo punto della serie, aveva iniziato ad avere i medesimi atteggiamenti.

Una volta che Vera é diventata una coordinatrice esperta, ha espresso la sua gratitudine ad Ash per tutte le cose che le ha insegnato.

Per quanto riguarda il talento nelle lotte pokémon di Ash in questa generazione, come già detto, é diventato molto più maturo ed esperto, le sue lotte pokémon sono diventate veramente coinvolgenti e le sue abilità di stratega sono andate via via consolidandosi, portandolo, alla fine della serie Battle Frontier, a guadagnarsi il titolo di Maestro della Frontiera Lotta (Parco Lotta).

Proprio nel corso della Battle Frontier, c’é stata anche la maturazione della voce di Ash, che ha iniziato ad assumere un tono più adulto (il che vale anche per la versione inglese, dato che il passaggio da Veronica Taylor a Sarah Natochenny é avvenuto proprio in questa serie).

Voce di Ash all’inizio di Advanced:

Voce di Ash in Battle Frontier:

Ash nella serie Diamante & Perla

 

La serie DP ha rappresentato l’apice della crescita di Ash come persona e come allenatore. Anche qui ha avuto a che fare con un’allenatrice (o meglio, coordinatrice) alle prime armi: Lucinda, che fin da subito ha dimostrato molta ammirazione nei confronti di Ash, per la sua bravura come allenatore e per il suo carattere gentile e rassicurante.

Lucinda tendeva molto a demoralizzarsi e Ash interveniva spesso per cercare di rassicurarla e trasmetterle fiducia in sé stessa, anche affiancandola nei suoi allenamenti.Ash_Dawn_High_Five Dopo che Lucinda é riuscita a sviluppare una geniale tecnica da usare nelle Gare, basata sulla rotazione dei propri pokémon, Ash le ha dato ulteriore prova della sua esperienza, utilizzando a sua volta questa tecnica, ma potenziandola nel tempo con diverse varianti e portandola ad un livello elevatissimo, trasformandola nel geniale Controscudo.

In questa serie, infatti, Ash é diventato anche esperto nella creazione di nuove tecniche di lotta.

Gli atteggiamenti di Ash in questa generazione sono molto maturi (sebbene di tanto in tanto continuasse a venire fuori il suo “lato giocoso”) e ciò si rifletteva anche sul suo lavoro con i pokémon, con cui spesso risultava essere anche molto severo, ma allo stesso tempo dolce, specie nei confronti dei pokémon più timidi.Ashpoke Questa sua gentilezza con i pokémon lo ha messo in urto con Paul, un allenatore molto rigido, i cui atteggiamenti erano l’esatto contrario di quelli di Ash, ma alla fine, in seguito alla lotta più spettacolare che abbia mai combattuto, Ash ha messo in pratica tutta la sua esperienza, riuscendo a sconfiggere Paul e a renderlo più gentile nei confronti dei pokémon

Voce di Ash In Diamante & Perla:

Ash nella serie XY

La serie XY é considerata a tutti gli effetti il seguito di Diamante&Perla con un’ulteriore crescita di Ash, perché vi troviamo un Ash Ketchum di nuovo maturo e allo stesso livello in cui lo avevamo lasciato in quella serie. Tale livello, nel corso della storia é stato addirittura superato.
Non é un caso, infatti, se nel corso della serie XY sono state inserite molto spesso affermazioni dei protagonisti riferite al “ritorno del VERO Ash” (“mostraci cosa sa fare il vero Ash” “ecco il vero Ash” eccetera).

In questa serie Ash viaggia con Serena, Lem e Clem. Tutti e tre i ragazzi considerano Ash un punto di riferimento e una persona speciale. Nutrono molta ammirazione nei suoi confronti e si avvalgono spesso dei suoi consigli per affrontare la vita e le relative difficoltà. Serena in particolare é innamorata di Ash da quando erano bambini. In quell’occasione Ash la aiutò dopo che si era persa in una foresta.

Voce di Ash in XY:

Per quanto riguarda l’aspetto fisico, ora Ash è alto 165 centimetri. In alcune scene può esserci qualche sproporzionatura perché, come spiegato anche nel sito Bulbapedia, i disegnatori dell’anime non rispettano quasi mai le proporzioni tra pokémon e personaggi (potete leggere un approfondimento sull’argomento a QUESTO LINK).

Nonostante l’altezza debba risultare un po’ ambigua per permettere a chiunque di immedesimarsi in lui, negli episodi é stato anche possibile notare una crescita di Ash anche nella statura.

growupvlcsnap-2015-03-16-23h58m32s54Gli schemi ufficiali delle proporzioni dei personaggi confermano che, nelle prime serie, la statura di Ash era realmente quella rappresentata negli esempi che avete appena visto; mentre negli episodi più recenti, Ash risulta SEMPRE più alto rispetto alle prime serie.Height Chart_Original series

A tal proposito, é anche un dato di fatto che nella serie XY, nuovi allenatori come Shana, Trovato, Marin e Sandro sono tutti visibilmente più piccoli di Ash. Come sapete, un professore non é autorizzato ad affidare il primo pokémon a un bambino sotto i 10 anni.

Senza titolo-1

Osserviamo anche come uno stesso disegnatore ha maturato i lineamenti di Ash nel tempo tramite queste immagini:

Ash_changePer coerenza le immagini che avete appena visto sono tutte di Masaaki Iwane, ovvero il miglior direttore d’animazione in Pokémon, che realizza i disegni più fluidi e realistici. Tuttavia bisogna tenere conto che vi sono moltissimi altri disegnatori, ciascuno con il suo stile…chi più e chi meno realistico.

11218984_1626918877586003_621781853759207739_n

Satoshipedia si basa solo ed unicamente sulle serie che costituiscono la timeline originale dell’anime Pokémon.


Firma anche tu la petizione per dire basta ai reboot di Ash nell’anime Pokémon! Bastano pochi secondi e puoi scegliere di restare anonimo, nascondendo pubblicamente i tuoi dati!


Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.

La famiglia di Ash

english icon_Satoshipedia_okLa famiglia di Ash

Le uniche informazioni che si hanno sulla famiglia di Ash provengono dai libri scritti dal creatore della serie animata Takeshi Shudo (di cui si parla a QUESTO LINK).

Benché la vita di Ash sia sempre stata molto serena, la situazione familiare non é delle più rosee. I suoi genitori sono separati, perché il padre ha abbandonato la famiglia appena dopo la nascita di Ash, lasciando sola Delia che aveva solo 19 anni.

Per quanto riguarda i  nonni di Ash, si sa soltanto che il padre di Delia abbandonò la famiglia per diventare un allenatore di pokémon quando lei era piccola, mentre la madre é morta a causa di una malattia, poco dopo la nascita di Ash. Anche per via di questa situazione, Ash tiene molto a far sentire i suoi pokémon come membri di una granfe famiglia, lo ribadisce continuamente negli episodi. Ciò deriva palesemente da un suo desiderio di rendere, in qualche modo, più numerosa la sua famiglia (oltre, ovviamente, a voler creare un clima di solidarietà tra i suoi pokémon).

Di tutta questa vicenda, il personaggio che sicuramente desta più curiosità é il fantomatico padre di Ash, ma per arrivare a lui é necessario conoscere un po’ meglio Delia.

Delia é la mamma di Ash. Il rapporto tra loro é più simile a quello tra sorella e fratello, che a quello tra madre e figlio, per via della giovanissima età in cui Delia ha dato alla luce Ash.

É una donna molto solare: sempre allegra e piena di energie, da cui Ash ha infatti ereditato il carattere. Però sa anche essere molto severa con il figlio, specialmente per quanto riguarda l’educazione. Nei confronti di Ash é anche un po’ apprensiva, infatti lo sommerge sempre di raccomandazioni.

Tra le sue passioni c’é il giardinaggio. Delia é nota per il suo fantastico pollice verde, il che é possibile constatarlo dai bellissimi fiori e dagli ortaggi che coltiva. Attenzione però, offrirsi di aiutarla in giardino potrebbe rivelarsi un grosso errore: lo stesso Ash da bambino non riusciva nemmeno a studiare quando Delia gli chiedeva di aiutarla in giardino, perché si ritrovava sempre a fare una cosa dietro l’altra senza fine!

Delia é anche una cuoca eccellente, infatti gestisce la locanda “Pallet House”, che ha ereditato alla morte di sua madre.
Ogni mattina Delia esce da casa all’alba per fare spesa, dopodichè inizia a preparare il pranzo per gli ospiti della locanda: é molto attenta a selezionare con cura gli alimenti più sani ed energetici. Questo perché Delia sostiene che il pranzo sia il pasto più importante della giornata e un semplice bento non basta a fornire sufficienti energie per affrontarla.

In realtà Delia desiderava diventare un’allenatrice di Pokémon, tuttavia a causa della locanda e della nascita di Ash non ebbe mai occasione di partire.
Così, da giovane Delia si limitò a studiare i pokémon presso il laboratorio del Prof. Oak, dove conobbe il suo amico Spencer Hale (come visto nel terzo film).

La maggior parte degli abitanti di Biancavilla considerano Delia una bellezza, infatti a soli 17 anni apparve sulla copertina di un’edizione speciale della rivista “Pokémon Pals”, insieme ad un Bellsprout. Tuttavia Delia non lo ha mai raccontato ad Ash.

Approfondimento su come Delia ha affrontato la maternità di Ash a QUESTO LINK

Per quanto riguarda il padre di Ash, egli é un allenatore di Pokémon attualmente in viaggio in una terra lontana. Delia lo conobbe proprio nella sua locanda, quando aveva 18 anni e sua madre era ancora in vita.  Lui era un viaggiatore aspirante allenatore di Pokémon e alloggiava al Pallet House. I due si innamorarono e la loro relazione si intensificò rapidamente, tanto che nell’arco dello stesso anno si sposarono. Quando Ash nacque, Delia aveva solamente 19 anni.

L’uomo, però, subito dopo la nascita di Ash lasciò Biancavilla e non tornò mai più. Delia si arrabbiò molto per questo gesto, tanto che si ripromise di ignorare il padre di Ash anche se fosse tornato.
Tuttavia, negli anni successivi alla scomparsa del marito, Delia ricevette oltre cento proposte da altri uomini, ma lei le rifiutò tutte perché in realtà non ha mai voluto divorziare dal padre di Ash.
Infatti, Nonostante la sua personalità solare e allegra, Delia soffre molto per la scomparsa del marito. La maternità é stata davvero dura e una o più volte le é capitato di piangere davanti allo stesso Ash, che puntualmente riusciva a confortarla, pur avendo solo tre anni di età. Grazie ad Ash Delia non era completamente sola, perciò nonostante tutto, lei non ha mai considerato un peso la sua maternità.

Da piccolo Ash chiedeva spesso del padre, voleva sapere in continuazione cosa stesse facendo e dove si trovasse…ma Delia ovviamente non era in grado di rispondere a queste domande, perciò si limitava a raccontare ad Ash di quanto il suo papà fosse eccezionale come allenatore (anche se non c’era nessuna prova che lo fosse diventato realmente, dato che non si era più saputo nulla di lui) e gli mostrava delle fotografie.

Piccola Chicca: Gli scrittori dell’anime promisero alla 4Kids che entro la quinta stagione (The Master Quest) avrebbero introdotto il padre di Ash, ma come tutti sappiamo non é mai successo.

Nonostante la situazione, Ash non é mai rimasto scioccato dalla mancanza di suo padre, questo perché Delia, essendo una persona estremamente positiva, odia vedere Ash triste ed ha sempre fatto di tutto per rendergli positiva ogni cosa. Fortunatamente Ash ha un carattere fortissimo sotto ogni aspetto. Come spiegato da Takeshi Shudo ciò deriva proprio dall’assenza del padre: infatti se Ash lo avesse conosciuto, probabilmente la sua personalità sarebbe molto diversa.

La notte prima di partire per il suo viaggio, Ash assicurò a Delia che non farà la fine di suo padre. A parte questo non si conosce di preciso la considerazione che Ash ha attualmente di lui, ma sta di fatto che evita sempre di toccare l’argomento. Nonostante gli amici, in diversi episodi, abbiano parlato dei propri padri in sua presenza, lui non ha mai accennato niente sul suo. Tutto questo indica che Ash sia molto arrabbiato con il padre, benché probabilmente speri di incontrarlo nel corso dei suoi viaggi.


Firma anche tu la petizione per dire basta ai reboot di Ash nell’anime Pokémon! Bastano pochi secondi e puoi scegliere di restare anonimo, nascondendo pubblicamente i tuoi dati!


Pokénerd

About Pokénerd

Nasce in Umbria nel Giugno 1992. Si appassiona all'Anime Pokémon dagli albori in Italia e segue scrupolosamente ogni episodio. Particolarmente esperta sul protagonista Ash Ketchum, si é documentata su tutto ciò che é possibile conoscere su di lui, arrivando così a gestire l'enciclopedia online Satoshipedia.